Categorie: Contributi alle Imprese, HOME PAGE, news,

13 febbraio 2019 - La news ha avuto 376 visite
GAL Sibilla: nuove misure agevolative per le attività non agricole ed extra agricole nelle aree rurali
gal sibilla

Il GAL SIBILLA ha approvato due misure agevolative a sotegno delle attività non agricole ed extra agricole nelle aree rurali.

OPERAZIONE A – AIUTI ALL’INVESTIMENTO DI ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI PER ATTIVITA’ EXTRA-AGRICOLE NELLE AREE RURALI

FINALITA’:  favorire l’adesione ai Progetti Integrati Locali (PIL) da parte di persone fisiche (singole o associate) che si impegnano ad esercitare l’attività d’impresa, ai fini di sostenere la potenziale efficacia in termini di aumento diretto dell’occupazione e di aumento diretto dei servizi alla popolazione.

BENEFICIARI: persone fisiche (singole o associate) che si impegnano ad avviare una nuova microimpresa o piccola impresa per svolgere attività extra agricole per almeno 5 anni dalla data di avvio dell’impresa.

INTERVENTI AMMISSIBILI: attività inerenti le TIC; attività informatiche ed elettroniche, e-commerce, attività di gestione, guida e informazioni finalizzati alla fruizione di musei, beni culturali, teatri, attività di digitalizzazione e informatizzazione di beni culturali e paesaggistici per una migliore fruizione e valorizzazione, attività di servizi per il turismo rurale (servizi di guida e accompagnamento, comprese attività didattico educative), attività di noleggio di piccole imbarcazioni e altre attrezzature sportive e ricreative, attività di valorizzazione e promozione turistica  e di beni culturali ed ambientali, artigianato digitale, servizi dedicati al bike/cicloturismo.

ENTITA’ DELL’AIUTO: diversificato in ragione dell’ubicazione della nuova attività (alle aree a più elevato livello di ruralità con maggiori criticità viene riconosciuto un aiuto più elevato) dal minimo contributo di € 12.000 fino al massimo di € 40.000.

PRESENTAZIONE DOMANDE: dall’11 marzo e fino al 31 luglio 2019 ore 13.00

 

OPERAZIONE B – INVESTIMENTI STRUTTURALI NELLE PMI PER LO SVILUPPO DI ATTIVITA’ NON AGRICOLE

FINALITA’:  favorire l’adesione ai Progetti Integrati Locali (PIL) da parte di microimprese,  ai fini di sostenere la potenziale efficacia in termini di aumento diretto di occupazione nel caso di obiettivi economici del PIL e di aumento diretto dei servizi alla popolazione, nel caso di obiettivi sociali del PIL.

BENEFICIARI: microimprese extra agricole  (escluse aziende agricole e agrituristiche) esistenti al momento di presentazione della domanda o che al momento della domanda si iscrivono al registro della Camera di Commercio, Industria e Artigianato ed Agricoltura con la formula “costituzione di nuova impresa senza immediato inizio di attività economica” e che si impegnano ad ottenere, prima della presentazione della domanda di pagamento, l’autorizzazione e l’iscrizione all’esercizio dell’attività prescelta.

INTERVENTI AMMISSIBILI: investimenti strutturali per lo sviluppo di servizi nel settore dell’accoglienza e del turismo finalizzati a migliorare la qualità delle strutture turistiche delle aree rurali, alla fruibilità di musei, beni culturali e spazi espositivi tramite la presenza di personale specializzato in grado di garantire l’apertura dei beni e fornire le informazioni necessarie; servizi di guida ed accompagnamento nella visita turistica di beni paesaggistici, riserve, parchi ed altri elementi naturali; attività di noleggio di piccole imbarcazioni e attrezzature sportive e ricreative; servizi di digitalizzazione e informatizzazione dedicati ai beni storici, culturali, naturali e paesaggistici; servizi per allestimenti di esposizioni  e performances nelle arti teatrali, visive, musicali; servizi sociali e assistenziali come attività di riabilitazione e integrazione sociale rivolte prevalentemente ad anziani e soggetti con disabilità o in situazioni di svantaggio; servizi nel settore dell’artigianato delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche; servizi dedicati al bike/cicloturismo.

ENTITA’ DELL’AIUTO: 50%  sul costo di opere edili, compresi impianti e spese generali e 40% del costo delle dotazioni  (arredi, attrezzature, strumenti, biciclette tradizionali e/o pedalata assistita) necessarie. Per interventi nelle aree del cratere sismico: 60% sul costo delle opere edili, compresi impianti e spese generali e 50% del costo delle dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, biciclette tradizionali e/o pedalata assistita) necessarie. Contributo massimo: 100.000 euro.

PRESENTAZIONE DOMANDE: dall’11 marzo e fino al 31 luglio 2019 ore 13.00

 

Info
Servizio Contributi Pubblici alle Imprese
Emanuela Fiorani
telefono 0733-366421
Laura Emiliozzi
telefono 0733 -366418
contributi@macerata.confartigianato.it

Shares