Categorie: Fiscale, HOME PAGE, news,

17 ottobre 2017 - La news ha avuto 230 visite
Pagamenti delle PA: i debiti affondano le piccole imprese: le Marche al 10° posto per tempi di pagamento più lunghi
pagamenti PA

Pagamenti delle PA: troppi debiti a danno delle piccole imprese

“Il problema dei mancati pagamenti puntuali alle imprese da parte della P.A. – afferma Renzo Leonori, Presidente di Confartigianato Imprese Macerata – è da sempre un macigno che ha contribuito non poco peggiorare la situazione di tante piccole e medie imprese, che versavano già in condizioni economiche difficili”.

L’immagine fornita dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese, infatti, non è molto confortante: l’approfondimento sui tempi di pagamento delle P.A., evidenzia come l’Italia sia il primo Paese in Unione europea per peso dei debiti delle Amministrazioni pubbliche verso le imprese, pari a 3 punti di PIL.

L’analisi redatta su 6.547 enti per cui risultano pagamenti, evidenzia un tempo medio di pagamento a 58 giorni. I tempi sono superiori ai limiti di legge (30 giorni ad eccezione della Sanità per cui il limite è di 60 giorni) per il 61,9% degli enti a cui si riferisce il 60,2% dei pagamenti.

Nel dettaglio, 1 ente sanitario su 2 (46,9%) paga oltre il corrispondente limite dei 60 giorni, concentrando la metà (52,8%) dei pagamenti; pagano oltre il limite di 30 giorni 2 comuni su 3 (64,8% dei comuni per l’82,6% dei pagamenti) ed 1 Altro ente della P.A. su 2 (54,5% degli enti per il 57,7% dei pagamenti).

A livello regionale i tempi di pagamento delle Pubbliche Amministrazioni sono più elevati in Molise con 107 giorni, seguita dalla Calabria con 98 giorni, Campania con 83 giorni, Toscana con 81 giorni, Piemonte con 80 giorni, Sicilia con 72 giorni, Basilicata con 68 giorni, Sardegna con 65 giorni, Emilia Romagna con 60, e al decimo posto le Marche con 57 giorni.

Nella nostra regione per quanto riguarda i tempi di pagamento da parte dei Comuni, si registra una media di 63 giorni, per gli Enti Sanitari i giorni scendo a 57, mentre per tutti gli altri Enti la media è di 45 giorni.

La provincia di Macerata, con i suoi 58 giorni, risulta essere così in linea con la media regionale: per i Comuni pagatori i tempi medi di pagamento nel maceratese sono di 67 giorni, per gli Enti Sanitari 60 e per i restanti Enti 35 giorni. Più precisamente, la percentuale dei Comuni che pagano entro il limite di legge dei 30 giorni nella nostra regione è pari al 20,5%: al primo posto la provincia di Fermo con il 30,4% di Comuni pagatori, seguono Ascoli Piceno (25%), Ancona (23,5%), Pesaro Urbino (15,6%), e in ultimo la provincia di Macerata che registra un 15,4% di Enti Comunali che riescono a pagare entro i 30 giorni e ben 84,6% di quelli che invece superano tale limite (sul totale dell’importo pagato di 104.598€, solo 3.041€ vengono pagati entro 30 giorni).

“Il rispetto di queste scadenze è un fattore di cruciale importanza per il buon funzionamento dell’economia nazionale e locale – conclude Renzo Leonori. Se è vero che, anche grazie all’introduzione nel 2015 della fatturazione elettronica obbligatoria per tutte le pubbliche amministrazioni, il numero delle P.A. con tempi medi più lunghi di quelli previsti dalla normativa si è sensibilmente ridotto, è comunque evidente che ancora questo problema persiste e incide gravemente sulla salute economica delle nostre imprese”.

Shares