Categorie: Calzaturieri, Moda, news,

21 settembre 2017 - La news ha avuto 135 visite
Sanzioni etichettatura dei componenti delle calzature e prodotti tessili
sanzioni calzature

Sanzioni etichettatura componenti calzature e prodotti tessili: approvato parere in Commissione Industria al Senato

Approvata in Commissione Industria al Senato una proposta di parere favorevole della relatrice Sen. Camilla Fabbri (PD), nell’ambito della discussione dello Schema di decreto legislativo recante disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui alla direttiva 94/11/CE circa l’etichettatura dei materiali usati nelle principali componenti delle calzature destinate alla vendita al consumatore e al regolamento (UE) n. 1007/2011 relativo alle denominazioni delle fibre tessili e all’etichettatura e al contrassegno della composizione fibrosa dei prodotti tessili (Atto n. 433 ).

Tra le osservazioni si segnalano quelle tese a:

    • verificare l’adeguata flessibilità e proporzionalità delle sanzioni pecuniarie amministrative previste dagli articoli 3 e 4 dello schema di decreto legislativo, in ordine, rispettivamente, alle violazioni previste dalla direttiva 94/11/CE e dal Regolamento (UE) 1007/2011;
    • valutare l’opportunità di assicurare che la procedura per la verifica di conformità della composizione dei prodotti consenta verifiche di secondo livello, in caso di contestazione, affidate a organismi di natura pubblica ovvero mista pubblico-privata dotati di elevata specializzazione e comprovata professionalità;
    • valutare l’opportunità di integrare l’articolo 3, comma 3 dello schema di decreto legislativo, inserendo, dopo le parole «diversa da quella dichiarata in etichetta», le seguenti: «relativamente ai materiali usati nelle principali componenti delle calzature così come indicate nell’allegato I della direttiva 94/11/CE»;
    • prevedere la riassegnazione al bilancio dello Stato di una entrata volta al contrasto alla contraffazione.

 

Atto n.433

Testo del parere approvato

Shares