Categorie: Autotrasporto, Contributi alle Imprese, news,

28 febbraio 2017 - La news ha avuto 736 visite
Incentivi autotrasporto: i contributi per l’autotrasporto merci
autotrasportatori

Nuovi incentivi per il settore dell’autotrasporto! Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti comunica che il termine per presentare le domande, che decorreranno dal 20 ottobre prossimo, per accedere ai contributi a favore delle imprese di autotrasporto, è fissato perentoriamente il 15 aprile 2017.

Beneficiari: imprese autotrasporto di cose per conto terzi, o aggregazioni di dette imprese, attive sul territorio italiano, in regola con i requisiti di iscrizione all’Albo Autotrasportatori e al REN.

Tipologia dell’intervento: Investimenti realizzati dopo la pubblicazione del presente decreto e fino al 15/04/2017 e relativi all’acquisizione anche mediante locazione finanziaria di:

  1. Automezzi nuovi di fabbrica adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG ed elettrica;
  2. Automezzi nuovi di fabbrica conformi alla normativa EURO VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiori a 11,5 tonnellate con contestuale radiazione per rottamazione o per esportazione al di fuori del territorio della UE di automezzi di massa complessiva a pieno carico di pari o superiori a 11,5 tonnellate;
  3. Rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo* volto a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica;
  4. Casse mobili, rimorchi o semirimorchi portacasse nuovi di fabbrica intesi quali unità di carico intermodale standardizzate in modo da assicurarne la compatibilità con tutte le tipologie di mezzi di trasporto così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione tra loro, senza alcuna rottura di carico, ovvero senza che la merce venga trasbordata o manipolata dal vettore o dal caricatore;

L’investimento massimo è di € 600.000,00 per singola impresa.

Contributo:
lett. a)  – € 3.500,00 per automezzi a trazione alternativa a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate;
– € 10.000,00 per automezzi a trazione elettrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate;
– € 8.000,00 per automezzi a trazione alternativa a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate;
– € 20.000,00 per automezzi a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate;
lett. b)  – € 7.000,00;
lett. c)  – fino al 10% del costo di acquisizione per medie imprese con un max di € 5.000,00 per ogni semirimorchio;
– fino al 20% del costo di acquisizione per piccole imprese con un max di € 5.000,00 per ogni semirimorchio;
– € 1.500,00 per le imprese che non rientrano tra le piccole e medie imprese (in caso di più dispositivi solo su quello di costo maggiore);
lett. d)  – € 8.500,00 per ciascun gruppo di 8 casse mobili e 1 rimorchio o semirimorchio portacasse;

Il contributo è maggiorato per le PMI:

  • del 10% relativamente agli investimenti di cui alle lett. a), b) e d);
  • del 10% relativamente agli investimenti di cui alle lett. a), b), c) e d) se aderenti ad una rete di imprese;

Scadenza: le domande potranno essere presentate dalla prossima pubblicazione dei DM in GU.

Dotazione finanziaria: € 25.000.000,00.

Shares