Categorie: HOME PAGE, news,

30 novembre 2016 - La news ha avuto 556 visite
DL sisma 2016 – Approvazione in Senato: prorogata la sospensione dei versamenti fiscali e dei contributi previdenziali come richiesto da Confartigianato
sisma

Concluso in Senato l’esame del Dl sisma, che ora passa alla Camera. Approvata la modifica sollecitata da Confartigianato che sposta dal 16 dicembre al 30 settembre 2017 la  sospensione dei termini dei versamenti fiscali e dei contributi previdenziali e assistenziali.  Approvato anche l’emendamento del Governo che fa confluire il secondo decreto ( sisma 26-30 ottobre)  nel primo (sisma 24 agosto).

Vediamo nel dettaglio le novità approvate di interesse per le imprese:

  • Versamenti fiscali e previdenziali. La sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti fiscali e dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, viene prorogata al 30 settembre 2017. Diversa è la decorrenza della sospensione a seconda dell’evento sismico (24 agosto o 26 ottobre). Si prevede inoltre che i sostituti di imposta domiciliati nei Comuni colpiti dal sisma a richiesta degli interessati non devono operare le ritenute alla fonte dal 1° gennaio 2017 fino al 30 settembre 2017.
  • Nuovo elenco del comuni colpiti dal sisma. Viene aggiunto un secondo allegato con altri 69 Comuni colpiti dal sisma del 26 e 30 ottobre, che va ad integrare il precedente con  l’elenco dei 62 Comuni colpiti dal sisma del 24 agosto. Nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto le disposizioni di cui agli articoli 45, 46, 47 e 48 si applicano limitatamente ai singoli soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda.
  • Strutture e moduli abitativi provvisori. I Sindaci dei Comuni interessati indicano al Dipartimento della protezione civile le aree (con preferenza per quelle pubbliche) da destinare agli insediamenti di container, in attesa della forniture di diverse soluzioni abitative.   Si  prevede inoltre che il Dipartimento, anche avvalendosi di Consip S.p.a, possa effettuare procedure negoziate con modalità accelerate per stipulare contratti di fornitura e noleggio di container, servizi e beni strumentali correlati .
  • Incentivi alle attività produttive. I titolari di attività produttive svolte in edifici danneggiati  acquisiscono la certificazione di agibilità sismica rilasciata da un professionista abilitato, provvedendo a depositarla presso il comune territorialmente competente. Tali  asseverazioni  sono considerate, in caso di successiva richiesta di contributo, ai fini dell’accertamento dei danni.  Inoltre  le imprese che hanno subito danni a causa degli eventi sismici possono acquistare o acquisire in locazione macchinari, ed effettuare gli ulteriori interventi urgenti necessari a garantire la prosecuzione della propria attività, sulla base di apposita perizia asseverata rilasciata da un professionista abilitato che attesti la riconducibilità diretta dei danni agli eventi sismici e la valutazione economica del danno subito .
  • Incentivi alle attività agricole.  Per sostenere la continuità produttiva delle attività zootecniche vengono stanziati quasi 11 milioni per il sostegno dei settori del latte, della carne bovina dei settori ovicaprino e suinicolo.
  • Interventi di immediata esecuzione. Per gli edifici con danni lievi non classificati agibili secondo la procedura AeDES, o che necessitano soltanto di interventi di immediata riparazione, i soggetti interessati possono effettuare l’immediato ripristino della agibilità degli edifici e delle strutture, presentando il progetto e la relativa asseverazione da parte di un professionista abilitato .
  • Sostegno reddito dei lavoratori. Sale da 80 milioni a 259,3 milioni lo stanziamento massimo, per il 2016, per concedere ai lavoratori delle aree colpite dal sisma un sostegno al reddito. Nel dettaglio la cifra a disposizione dei lavoratori del settore privato impossibilitati a prestare la loro attività, anche nel caso in cui debbano prendersi cura di un loro familiare a seguito degli eventi sismici, sale da 50 milioni a 124,5 milioni. Per i lavoratori autonomi delle aree colpite la cifra stanziata, sempre per il 2016, passa invece da 30 milioni a 134,8 milioni. L’indennità resta pari a 5mila euro una tantum.
  • Donazioni private. Le donazioni private destinate ai terremotati saranno deducibili al 100%.
  • Sospensione canone RAI, bollette telefoniche e assicurazioni. Estesa la sospensione di 6 mesi –  già prevista per il pagamento delle bollette di acqua, luce e gas – al canone Rai, alle bollette del telefono e al pagamento delle polizze assicurative.
  • Interventi immediati sul patrimonio culturale. Per la messa in sicurezza del patrimonio storico e artistico, i Comuni interessati hanno la facoltà di effettuare direttamente gli interventi indispensabili, dandone comunicazione al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il provvedimento sarà quindi trasmesso alla Camera per la seconda lettura.

Shares