Categorie: CENPI Energia, HOME PAGE, news,

22 settembre 2016 - La news ha avuto 490 visite
Dal prossimo gennaio prove generali per il libero mercato luce e gas
mercato luce gas

I prossimi due anni segneranno una rivoluzione per le forniture di energia elettrica e gas. Da luglio 2018, infatti, finirà il servizio di maggior tutela, cioè il mercato vincolato con tariffe regolate dall’Autorità per l’energia, e oltre 30 milioni di consumatori, tra imprenditori e famiglie, dovranno vedersela con i prezzi liberi di luce e gas. Che significa una giungla di offerte nelle quali sarà difficile orientarsi. Nel frattempo, da gennaio 2017, scatterà la cosiddetta ‘tutela simile’, una sorta di prova generale voluta dall’Autorità per l’energia proprio per traghettare i consumatori verso il mercato libero.

Gli artigiani e le piccole imprese, che già pagano l’energia il 26% in più rispetto alla media europea, potranno contare sui Consorzi Energia di Confartigianato che sono già pronti per guidare gli imprenditori tra le offerte più convenienti e sono accreditati dall’Autorità per l’energia come soggetti facilitatori nella fase di transizione al mercato libero che inizierà dal prossimo gennaio.

Da oltre 10 anni i consorzi aggregano la domanda di energia di 15.000 imprese e 10.000 famiglie italiane e sono presenti ovunque con oltre 80 sportelli presso le sedi di Confartigianato. Grazie alla loro attività, l’anno scorso imprenditori e famiglie hanno risparmiato 12 milioni e mezzo di euro sui costi di luce e gas.

L’obbiettivo è quello di regolare il mercato attraverso la selezione dei fornitori di energia elettrica, fornendo consulenza e assistenza alle imprese alle imprese per garantire che il prezzo praticato non sia distorto rispetto alle regolari condizioni di mercato.

Shares