Categorie: Ambiente, HOME PAGE, news,

8 giugno 2016 - La news ha avuto 573 visite
Energia Green: Macerata al 7° posto per produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici
energia green

ENERGIA GREEN –  Le Marche al 7° posto per produzione di energia green ma al 1° per solare (fotovoltaico).  Macerata al 7° posto per produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.

L’Ufficio studi di Confartigianato, elaborando dati Infocamere, Istat, Terna e Gse (anno 2014), ha condotto un approfondimento sul versante delle fonti di energia rinnovabili al netto dell’idrico (eolico, fotovoltaico, geotermoelettrico e da biomasse) con riferimento alla ripartizione territoriale.

Le Marche si collocano al 7° posto per propensione alla produzione di energia green con 704 Watt di potenza efficiente per abitante (media nazionale di 529). In particolare per il fotovoltaico le Marche occupano una posizione di leadership: la nostra regione è al 1° posto in Italia per propensione al solare con la produzione di 672 Watt per abitante (la media nazionale è 360).

Alla fine del 2014 gli impianti fotovoltaici installati in Italia erano 648.418, rappresentando il 98,8% degli impianti alimentati da fonti rinnovabili; nella nostra regione essi erano invece 23.053 pari ad una potenza installata di 1.044 MW: per dimensione media degli impianti le Marche si collocano al 4° posto in Italia con 45,3 kW, mentre per potenza installata per Kmq essa si posiziona al 2° posto con 111,5 kW/kmq. Nelle Marche, per tipologia di pannello solare rileviamo che il 71% della potenza installata è realizzata in silicio policristallino, il 24% in silicio monocristallino ed il restante 5% in film sottile o in materiali diversi; per tipologia di installazione il 55% è installata a terra (14 punti percentuali in più della media nazionale!), il 39% su edifici (49% in Italia), il 3% su serre e pensiline, ed il residuo 3% è ubicato diversamente; per settore prevalente di attività del proprietario dell’impianto rileviamo infine che per l’industria la quota è del 64% (media nazionale 54%), seguita dal terziario con il 21% (24% in Italia), dall’agricoltura con l’8% (9% in Italia) e dall domestico con il 7% (media nazionale 12%). Osservando i dati in serie storica si nota che detti impianti, nella nostra regione, sono passati da 1.367 del 2008 ai 23.053 del 2014 (crescita di circa il 1700% in 6 anni!). Questa crescita è stata sostenuta sia grazie allo sviluppo di nuove aziende operanti nella filiera delle fonti rinnovabili (a fine 2014 erano oltre 8.800 gli addetti occupati nelle 2.670 imprese della suddetta filiera, il 90% delle quali operanti nell’installazione, nella manutenzione e nella riparazione di impianti e il 10% circa nella effettiva produzione di energia), sia grazie al fatto che oltre il 21% delle imprese, tra il 2008 ed il 2014, hanno investito/programmato di investire in prodotti e tecnologie a maggior risparmio energetico e/o minor impatto ambientale.

Soffermandoci sulla produzione di energia elettrica da fotovoltaico a livello provinciale rileviamo che Macerata, con un kWh per abitante pari a 1.124 (media nazionale è 368) è al 7° posto della graduatoria nazionale; per quanto concerne le altre province marchigiane: 16° posto per Pesaro e Urbino con 765 kWh/abitante, 18° posto per Fermo con 730 kWh per abitante, 19° posto per Ancona (707 kWh/abitante) e 24° posto Ascoli Piceno (659 kWh/ab.).

Nella comparazione internazionale l’Italia è prima al mondo per l’utilizzo del fotovoltaico con una produzione pari all’8% dei consumi, davanti a Grecia (7,4%) e Germania (7,1%): Eurostat certifica che l’Italia ha superato il target 2020 fissato al 17% (+17,1%; media UEa28 ferma al 16%).

Per concludere, dai dati concernenti i primi 4 mesi del 2016 (puramente orientativi, visto il breve intervallo di tempo di osservazione), a livello nazionale si registra, in controtendenza con quanto descritto per gli anni scorsi, una flessione dell’energia elettrica prodotta (-1,1%), una riduzione della richiesta di energia elettrica (-1,7%), un calo pari al -6,5% per quanto concerne le fonti rinnovabili, ed una forte contrazione per ciò che concerne il fotovoltaico (-13,7%).

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

Shares