Categorie: Fiscale, news,

13 gennaio 2016 - La news ha avuto 187 visite
Canone Rai: addebito nella bolletta dell'energia elettrica

Una delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità riguarderà il pagamento del Canone Rai che sarà addebitato direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica. E’ stato stabilito quindi che l’abbonamento alla televisione per uso privato, pari a euro 100, dovrà essere versato in 10 rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall’impresa elettrica. Rate che saranno oggetto di distinta indicazione nella fattura emessa dall’impresa elettrica e non imponibile ai fini fiscali.

Il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi detenuti nei luoghi di residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dagli appartenenti alla medesima famiglia anagrafica, come individuata dall’art. 4 del DPR 223/1989.

Inoltre, si precisa che la detenzione di un apparecchio è presunta anche nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la propria residenza anagrafica. Per questo motivo è messa a disposizione una dichiarazione rilasciata ai sensi del DPR 445/2000 che deve essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate, attraverso la quale dichiarare di non essere in possesso di alcun apparecchio televisivo. Si ricorda che a decorrere dal 1 gennaio 2016 non è più esercitabile la facoltà di depositare la denuncia di cessazione dell’abbonamento radiotelevisiv.

Nella prima fattura successiva all’1.07.2016 saranno addebitate tutte le rate scadute: l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione delle imprese elettriche l’elenco dei soggetti esenti ai sensi delle disposizioni vigenti o che abbiano presentato la dichiarazione di superamento della presunzione e fornirà ogni dato utile a individuare i soggetti obbligati.

 

Shares