Categorie: news,

9 ottobre 2015 - La news ha avuto 24 visite
Confartigianato: va scongiurato a tutti i costi il rischio della chiusura della società Rotitalia

Confartigianato Imprese Macerata esprime innanzitutto la sua forte preoccupazione per la vicenda, ormai di dominio pubblico, che vede, nel comune di Sarnano,  l’azienda “Rotitalia” intenzionata a chiudere o, nella migliore delle ipotesi, a trasferirsi altrove a causa della non più sostenibile coesistenza con l’attività svolta nel poligono di tiro ubicato in contiguità con i capannoni di produzione dell’azienda.

Ricordiamo che la Rotitalia rappresenta una delle più importanti realtà produttive dell’area sarnanese: un’azienda che, nonostante la crisi, continua a  produrre ed esportare in Italia ed in Europa e dalla quale dipendono, per il reddito, una decina di famiglie.

In un periodo di crisi qual è ancora quello che stiamo vivendo, siamo abituati, purtroppo, a vedere ogni giorno aziende costrette a chiudere e posti di lavoro che vanno in fumo: ma rischiare una situazione del genere per motivi per così dire “ambientali” è un lusso che sicuramente il nostro territorio non può permettersi. D’altra parte le motivazioni addotte dall’azienda che stanno spingendo la stessa verso la chiusura o il trasferimento in altro territorio non sono di scarso conto: i titolari hanno espresso con forza le loro paure per la sicurezza dei lavoratori stessi, visto che oltre agli eventuali danni causati dal probabile inquinamento acustico sono i proiettili o le schegge provenienti (o che potrebbero provenire) dal poligono a destare le più serie preoccupazioni.

Sappiamo che chi gestisce detto poligono ha decisamente smentito che esistano di questi rischi, ma dall’altra parte ci rimane incomprensibile capire perché un imprenditore affermato minacci di chiudere se non ci fossero effettivamente serie motivazioni (e quella della sicurezza dei lavoratori lo è sicuramente!). Invitiamo pertanto le autorità locali (il Comune di Sarnano in primis) ad approfondire seriamente il problema trovando altresì la strada per una conciliazione ed una forma di coesistenza tra le due attività (ad esempio limitazione dell’attività di tiro a segno alle giornate di chiusura dell’impianto produttivo, ulteriori misure di protezione messe in atto dai gestori del poligono), ritenendo comunque prioritario, e quindi da tutelare con ogni mezzo, il ruolo socio-economico svolto dall’attività dell’azienda Rotitalia alla quale va incondizionatamente la nostra solidarietà.

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

 

Shares