Categorie: Ambiente, news,

28 gennaio 2015 - La news ha avuto 73 visite
Iscrizione a SISTRI e contributo annuale di iscrizione: il tutto entro il 31 gennaio 2015 ma solamente per i produttori di rifiuti con più di 10 dipendenti

Il “decreto milleproroghe” di fine anno ha spostato al 01/02/2015 l’applicazione delle sanzioni relative alla mancata iscrizione al SISTRI e al mancato pagamento del relativo contributo annuale.

Questo comporta che le imprese obbligate ad aderire al SISTRI devono iscriversi entro il 31/01/2015 pagando il relativo contributo e che le imprese obbligate ad aderire al SISTRI e già iscritte al SISTRI stesso devono effettuare il versamento del contributo annuale per l’anno 2014 (sì, il 2014!!!) sempre entro il 31/01/2015.

Le sanzioni amministrative pecuniarie previste per la mancata iscrizione e il mancato pagamento sono pesantissime: da 15.500,00 euro 93.000,00 euro!

<< Già in sede di audizione presso la Commissione Ambiente del Senato dello scorso fine anno – afferma il Presidente Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata Renzo Leonori – Confartigianato, assieme alle altre associazioni di categoria facenti parte di Rete Imprese Italia, aveva sollecitato il varo immediato di un provvedimento che sospendesse fino al 31 dicembre 2015 l’applicazione di tali sanzioni. Purtroppo questa sollecitazione è rimasta lettera morta ed ora gli imprenditori rischiano di essere pesantemente colpiti >>.

L’assurdità di questo obbligo consiste poi nel fatto che il Governo stesso ritiene che il SISTRI, ancor prima di partire, sia un sistema per la tracciabilità dei rifiuti già superato e che non dà le necessarie garanzie.

Per quanto riguarda il mondo imprenditoriale che aderisce a Confartigianato, sono solamente i produttori iniziali di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti i soggetti obbligati ad aderire al SISTRI.

Dal punto di vista operativo continua il periodo transitorio di gestione con il “doppio binario”, aggiornando cioè contemporaneamente sia il tradizionale registro di carta si il registro cronologico SISTRI. Ricordiamo che però le sanzioni per il mancato aggiornamento sono previste solo per la gestione tradizionale e cartacea, non per il SISTRI, per il quale l’applicazione delle relative sanzioni è spostata al 31/12/2015.

Importante rilevare che i soggetti obbligati inizialmente a iscriversi al SISTRI, ma che ora non ne hanno più l’obbligo non debbono assolutamente pagare alcun contributo entro il 31/01/2015 anche se ancora non si sono cancellati e/o non hanno restituito la chiavetta USB.

 

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

Shares