Categorie: Contributi alle Imprese, news,

23 ottobre 2014 - La news ha avuto 118 visite
CONTRIBUTI PER RICERCA E SVILUPPO

CONTRIBUTI PER RICERCA E SVILUPPO

 

Obiettivi   

Il Ministero dello Sviluppo economico stanzia 300 mln (di cui il 60% riservato a progetti presentati da MPMI e da reti di imprese costituite in maggioranza da PMI) per sostenere progetti di ricerca e sviluppo e innovazione , per il rilancio della competitività del sistema produttivo , internazionalizzazione delle imprese  e attrazione di investimenti dall’estero nonché di rafforzare la struttura produttiva , il riutilizzo di impianti produttivi e il rilancio di aree in situazione di crisi.

Soggetti beneficiari      

Imprese che esercitano attività industriale di produzione  beni e servizi  , agro-industriale , artigiane , centri e organismi di ricerca  con stabile organizzazione in Italia iscritte al Registro Imprese.

Progetti ammissibili     

I progetti dovranno prevedere attività di prevalente sviluppo sperimentale e di ricerca industriale per la realizzazione o notevole miglioramento di prodotti, processi e servizi tramite lo sviluppo delle seguenti tecnologie:

– Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)

– Nanotecnologie

– Materiali avanzati

– Biotecnologie

– Fabbricazione e trasformazione avanzate

– Spazio

– Tecnologie volte a realizzare gli obiettivi della priorità “Sfide per la società” prevista dal Programma Horizon 2020.

I progetti potranno essere presentati anche in partenariato e in rete, sia da Grandi Imprese che PMI, sull’intero territorio nazionale.

Agevolazione      

Il beneficio consiste in un  finanziamento agevolato paria a :

– al 70% delle spese agevolabili  per le Piccole Imprese

– al 60 % delle spese agevolabili  per le  Medie Imprese

– al 50% delle spese agevolabili  per le Grandi Imprese

 

L’entità dei progetti può essere ricompresa tra un minimo di 800 mila euro ed un massimo di 3 milioni di euro con la seguente distribuzione nel contributo:

La gestione degli adempimenti connessi al “Fondo per la crescita sostenibile” è stata affidata dal MISE al RTI composto da Banca del Mezzogiorno – Medio Credito Centrale (Capofila Mandataria), Artigiancassa, Unicredit, UBI Banca, MPS Capital Service, Banca Nuova, Banco di Sardegna, Mediocredito Italiano S.p.A. e CNR.

Scadenza    

La presentazione delle domande potrà avvenire a partire dalle ore 9.00 del 27 ottobre 2014, tramite una procedura “a sportello”.

 

 

Fondo per la crescita sostenibile    

€ 300 milioni

 

 

 

 

PER INFORMAZIONI

Laura Emiliozzi – Confartigianato Imprese Macerata

Tel. 0733.663206 – l.emiliozzi@macerata.confartigianato.it

 

Shares