Categorie: HOME PAGE, news,

19 settembre 2014 - La news ha avuto 44 visite
Decorazione della "Stella al merito del lavoro - anno 2015

Decorazione della "Stella al merito del lavoro – anno 2015

1411122227_Allegato_6.doc,1411122213_Allegato5.doc,1411122202_Allegato4.doc,1411122191_Allegato3.doc,1411122148_Allegato2.doc,1411122135_Allegato1.doc,1411122227_Allegato_6.doc,1411122213_Allegato5.doc,1411122202_Allegato4.doc,1411122191_Allegato3.doc,1411122148_Allegato2.doc,1411122135_Allegato1.doc 

Ogni anno, in occasione della Festa del Lavoro, viene conferita la decorazione della “Stella al Merito del Lavoro. Il numero di SML assegnate ad ogni Regione è predisposto annualmente dal Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali.

 

La decorazione — come previsto dalla legge 5/2/1992, n. 143 — è concessa a:

 

❖ lavoratori dipendenti  di ambo i sessi, occupati in qualità di operai, impiegati, quadri e dirigenti di imprese private anche in forma cooperativa;

 

 

❖ personale dipendente da aziende o stabilimenti dello Stato in servizio presso le aziende degli Enti militari, le aziende delle Regioni, le aziende delle. Province, le aziende dei Comuni e le aziende degli Enti pubblici ( non rientranti nei ruoli organici del personale della pubblica amministrazione — D.L.vo 165/2001;

 

❖ lavoratori italiani all’estero, che abbiano dato prove esemplari di patriottismo, di laboriosità e di probità (art.5);

 

❖ lavoratori e lavoratrici dipendenti da organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e dalle associazioni legalmente riconosciute a livello nazionale;

 

❖ pensionati già appartenenti a tutte le categorie elencate nei punti precedenti.

 

Sono richiesti i requisiti della cittadinanza italiana, del compimento del 500 anno di età al momento della presentazione della domanda e un’anzianità di servizio prestato ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle dipendenze di una o più aziende (art.4), nonché quello di essersi particolarmente distinti per singolari meriti di professionalità, di perizia, di laboriosità e di buona condotta.

 

E’ opportuno sottolineare, a questo riguardo, che l’esistenza del requisito relativo al possesso di particolari meriti di professionalità, di perizia e laboriosità, di buona condotta morale, dimostra chiaramente come la sola anzianità di servizio,  pur essendo necessario presupposto per la concessione della decorazione, non può di per se stessa costituire requisito sufficiente per il conferimento. 

 

In allegato la relativa modulistica ed i riferimenti informativi.

1411122227_Allegato_6.doc,1411122213_Allegato5.doc,1411122202_Allegato4.doc,1411122191_Allegato3.doc,1411122148_Allegato2.doc,1411122135_Allegato1.doc,1411122227_Allegato_6.doc,1411122213_Allegato5.doc,1411122202_Allegato4.doc,1411122191_Allegato3.doc,1411122148_Allegato2.doc,1411122135_Allegato1.doc

 

Shares