Categorie: Contributi alle Imprese, news,

10 settembre 2014 - La news ha avuto 166 visite
Contributi per alluvione 2011 e nevicata 2012 – Fissati i termini per presentare le domande di contributo

Contributi per alluvione 2011 e nevicata 2012 – Fissati i termini per presentare le domande di contributo

 

AGGIORNAMENTO

 DGR eventi alluvionale 2011 e DGR nevicate eccezionali 2012: fissazione scadenza per la presentazione delle domande. In allegato la relativa DGR

Con le DGR n. 810 e 811 del 07/07/2014, la Regione Marche ha fissato i criteri, le modalità, le procedure e la modulistica per la concessione di contributi a favore dei soggetti privati a valere sui fondi statali previsti dalla Legge di Stabilità 2013 in merito ai danni riportati in seguito agli eventi alluvionali del marzo 2011 ed alle nevicate eccezionali del febbraio 2012.

Riportiamo di seguito una breve sintesi descrittiva delle due DGR, con un focus specifico sui contributi a favore delle attività produttive. 

DGR EVENTI ALLUVIONALI MARZO 2011

 

Fondi disponibili:

Su un totale di circa € 15,7 milioni allo stato attuale assegnati alla Regione Marche, la quota di risorse destinabili ai soggetti privati è del 25%, pari a € 3,9 milioni, di cui € 2,4 milioni sono destinati alla concessione di contributi in conto capitale su edifici distrutti o danneggiati destinati ad attività produttive e commerciali.

Oltre a tale tipologia di intervento, gli altri interventi ammessi a contributo (con quote di stanziamento minori) sono  quelli sugli edifici privati ad uso pubblico e sugli edifici residenziali.

Beneficiari:

Possono accedere al contributo i soggetti privati che presentano domanda in conformità alle direttive della DGR, relativamente agli immobili oggetto di segnalazione inoltrata al Comune territorialmente competente entro il termine perentorio a suo tempo fissato del 30/04/ 2011.

Tipologie spese ammissibili:

Nella determinazione degli importi ammissibili possono essere ricomprese:

·         Spese per lavori di riparazione e/o ricostruzione dovuti al crollo totale o danneggiamenti di parti strutturali

·         Ripristino opere di finitura e impiantistiche;

·         spese sostenute relative ai macchinari ed altri strumenti di produzione

·         lavori e spese tecniche per un massimo del 10% e IVA se non recuperabile.

I contributi non possono essere erogati su immobili o parti di essi non conformi alle normative edilizie; non sono ammessi i lavori eseguiti in economia dal danneggiato.

Contributo concedibile:

Il contributo massimo concedibile è riconosciuto al 100% per gli edifici con ordinanza di sgombero o inagibilità ed al 75% per edifici privi di ordinanza. Dal contributo concedibile deve essere detratta l’eventuale quota di risarcimento della compagnia assicurativa ed, in ogni caso, nel caso degli edifici destinati ad attività produttive l’importo massimo di contributo concedibile è fissato in € 200.000.

Presentazione delle domande:

Le domande di contributo complete della documentazione prevista dalla DGR vanno presentate ai Comuni ove è ubicato il bene danneggiato entro le scadenze fissate dai singoli comuni (in via generale, orientativamente entro la prima metà di settembre p.v.)

Graduatoria:

La Regione stilerà tre distinte graduatoria (a seconda della tipologia di immobili danneggiati), con priorità per gli immobili destinati ad attività produttive e commerciali in uso o edifici privati ad uso pubblico o abitazione principale, con ordinanza di inagibilità/sgombero/inutilizzo. A parità di diritto di contributo, la relativa graduatoria sarà redatta in base all’indice di utilizzo come definito nella DGR.

DGR NEVICATE ECCEZIONALI FEBBRAIO 2012

Tale DGR fa seguito a quella trasmessaVi con messaggio mail del 28 aprile u.s., con la quale la Regione Marche ha approvato il programma degli interventi finanziati e i criteri per l’accesso ai contributi  da parte dei soggetti pubblici per gli interventi di ripristino e manutenzione straordinaria delle infrastrutture stradali danneggiate a seguito delle nevicate di cui all’oggetto, rimandando ad un successivo atto (questa DGR) l’approvazione dei criteri per la distribuzione delle risorse da destinare alla refusione dei danni patiti – pari complessivamente a quasi € 17 milioni, oltre che dagli immobili pubblici, anche dagli immobili privati che beneficiano di risorse pari a quasi € 3,4 milioni.

In particolare, le risorse destinate agli edifici destinati alle attività produttive ammontano a oltre € 2,7 milioni.

Beneficiari:

Possono accedere al contributo i soggetti privati che presentano domanda in conformità alle direttive della DGR, relativamente agli immobili oggetto di segnalazione inoltrata al Comune territorialmente competente entro il termine perentorio a suo tempo fissato del 30/03/ 2013.

Tipologie spese ammissibili:

Nella determinazione degli importi ammissibili possono essere ricomprese:

·         Spese per lavori di riparazione e/o ricostruzione dovuti al crollo totale o danneggiamenti di parti strutturali;

·         Ripristino opere di finitura e impiantistiche connesse all’intervento strutturale;

·         lavori e spese tecniche per un massimo del 10% e IVA se non recuperabile.

I contributi non possono essere erogati su immobili o parti di essi non conformi alle normative edilizie; non sono ammessi i lavori eseguiti in economia dal danneggiato

Contributo concedibile:

Il contributo massimo concedibile è riconosciuto al 100% per gli edifici con ordinanza di sgombero o inagibilità ed al 75% per edifici privi di ordinanza. Dal contributo concedibile deve essere detratta l’eventuale quota di risarcimento della compagnia assicurativa ed, in ogni caso, nel caso degli edifici destinati ad attività produttive l’importo massimo di contributo concedibile è fissato in € 200.000.

Presentazione delle domande:

Le domande di contributo complete della documentazione prevista dalla DGR vanno presentate ai Comuni ove è ubicato il bene danneggiato entro le scadenze fissate dai singoli comuni (in via generale, orientativamente entro la prima metà di settembre p.v.).

Graduatoria:

La Regione stilerà tre distinte graduatoria (a seconda della tipologia di immobili danneggiati), con priorità per gli immobili destinati ad attività produttive e commerciali in uso, o edifici privati ad uso pubblico o abitazione principale, con ordinanza di inagibilità/sgombero/inutilizzo. A parità di diritto di contributo, la relativa graduatoria sarà redatta in base all’indice di utilizzo come definito nella DGR.

 

Per informazioni:

0733.366301

Shares