Categorie: news,

8 agosto 2014 - La news ha avuto 29 visite
Artigianato e turismo, in crescita nel nostro territorio l’incidenza dell’artigianato coinvolto nel turismo: le Marche terza regione in Italia

Artigianato e turismo, in crescita nel nostro territorio l’incidenza dell’artigianato coinvolto nel turismo: le Marche terza regione in Italia

 

E’ in crescita nel nostro territorio l’incidenza dell’artigianato coinvolto nel turismo: le Marche, con il 19,5 % di imprese artigiane operanti nei settori interessati dalla domanda turistica sul totale dell’ artigianato regionale acquistano su questo fronte il posto di prima regione del centro Italia.

 

Lo rileva lo studio di Confartigianato Imprese Marche, secondo il quale le Marche sono, per incidenza dell’artigianato coinvolto nel turismo, sul podio a livello nazionale guadagnando il primato di terza regione in Italia, scalzando Lazio e Toscana, e subito dopo le due regioni del Mezzogiorno Campania ( con il 21 % ) e la Sicilia ( con il 20, 4%).

 

A Macerata nel primo trimestre di questo anno sono inoltre 2.296 le imprese interessate alle attività turistiche, pari al 20,5% di incidenza sul totale dell’artigianato registrato nel primo trimestre 2013, dato che supera la media regionale.

 

I comparti maggiormente coinvolti in provincia di Macerata rispecchiano quelli marchigiani, ovvero: Abbigliamento e Calzature con 1.190 imprese, Attività Manifatturiere e servizi con 335 imprese e Abbigliamento con 295 imprese. Seguono Bar e Caffè per un totale di 111 imprese, i Trasporti con 69 imprese e 19 attività ricreative, culturali e d’intrattenimento

 

Una tendenza positiva questa, che ricalca la fotografia del turismo nazionale, poiché tra i paesi europei, l’Italia è quella che si colloca al primo posto per numero di presenze turistiche nel periodo estivo con una maggior vocazione per le località di mare, le città d’interesse culturale e artistico e le località montane.

 

Osservando i consumi dei turisti nel nostro Paese, si è delineato poi un ampliamento della platea delle imprese interessate dalla domanda turistica, che ha fatto guadagnare un posto di tutto rispetto a quelle artigianali: analizzando i dati delle attività artigianali relative alla domanda turistica, si osserva infatti che rispetto al 2012, in cui i consumi dei turisti erano per lo più a beneficio delle imprese prettamente turistiche, nel 1° trimestre del 2014 invece le imprese artigiane operanti in attività economica legata al turismo sono arrivate a 213.289, rappresentando il 15,3% dell’artigianato totale.

 

Per quanto riguarda i movimenti turistici negli esercizi ricettivi sui 2.220.738 arrivi nelle Marche registrati nel 2012, 338.804 sono quelli relativi a Macerata che conta 1.876.672 presenze totali, con un tasso di turisticità pari al 5,9%.

 

Altro primato marchigiano è infine sul versante invece della permanenza media, intesa come numero di presenze per ogni arrivo: la nostra regione è infatti al terzo posto in Italia, con 4,9 presenze per arrivo, subito dopo la Calabria (5,5) e la Sardegna (5,1).

 

 

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

 

 

 

Shares