Categorie: 100% Made in Italy, news, Orafi,

30 luglio 2014 - La news ha avuto 205 visite
Orafi- L'Oro e il Rosso dal 4 al 31 agosto a Palazzo Buonaccorsi di Macerata

Orafi- L’Oro e il Rosso dal 4 al 31 agosto a Palazzo Buonaccorsi di Macerata

 

Uno scenario ideale per un progetto di qualità che mette insieme arte e artigianato, la mostra degli Orafi di Confartigianato nelle sale di Palazzo Buonaccorsi. Creazioni orafe realizzate su ispirazione delle opere presenti nel museo stesso, tutte realizzate a mano in metalli preziosi e pietre rispondenti ai dettami della legge che disciplina il 100 % Made in Italy.

 

Il palazzo che incontra il talento e l’arte è il modo migliore per raccontare questa città e coloro che in essa vi operano ha detto il sindaco di Macerata Romano Carancini nel suo saluto introduttivo all’inaugurazione della mostra “L’Oro e il Rosso.

Le mani dei nostri artigiani sono guidate da grande intelligenza, questo territorio può offrire anche un percorso in un settore che produce pezzi unici al mondo – ha affermato Giuliano Bianchi di recente riconfermato alla guida della Camera di Commercio.

Questi artefici maceratesi hanno creato dei bellissimi oggetti – ha spiegato il professor Gabriele Barucca della soprintendenza regionale Beni Culturali –  l’arte orafa è ricca di suggestioni estetiche e di rapporti fitti e intricati con le altre arti, anche i più grandi come Botticelli o Giotto si cimentavano in questa attività.

Anche se siamo nel 2014 e la tecnologia invade tutti i settori, nessuna macchina può sostituire le mani pensanti – dice con orgoglio Giuseppe Verdenelli, del Gruppo Orafi – Partecipare a questo evento, unico nel suo genere per la città di Macerata, è un onore per il Gruppo Orafi per l’estrema bellezza del luogo in cui esso è ospitato, ed il pregio dei dipinti presenti.

Un esperimento che segue l’input che vuole la nascita una nuova impresa culturale, perchè i musei debbono essere aperti e non autoreferenziali – così ha commentato Alessandra Sfrappini che come direttore della Istituzione Macerata Cultura ospita la mostra.

Ad essere presente nel corso dell’inaugurazione dell’evento anche il presidente nazionale Moda di Confartigianato, Giuseppe Mazzarella, che ribadisce l’importanza di un settore che negli anni ha visto l’Italia ai vertici mondiali: Sono stati trascurati in passato i piccoli artigiani, oggi siamo impegnati fortemente ad accompagnare le piccole imprese a crescere e ripartire in questa economia ancora stagnante .

Stiamo lavorando per far conoscere la vera arte orafa del gioiello, distinguendola dal gioiello massificato – ha spiegato poi Paolo Capponi, Responsabile Confartigianato Macerata Moda ed Export – Ci stiamo inoltre organizzando per progetti di export all’estero: tra questi c’è il progetto Jimo che riguarda l’apertura di un negozio di oggetti preziosi con collezioni del Gruppo Orafi Confartigianato all’interno di un nuovo mall di 300 mila metri quadri che verrà inaugurato ad ottobre 2014 a Jimo nello Shandong cinese.

 

Lo scorso 6 luglio nell’atrio dell’ingresso di Palazzo Buonaccorsi si sono tenuti inoltre dei laboratori, dove il Gruppo Orafi di Confartigianato, ricreando le botteghe artigiane, ha illustrato le varie fasi della lavorazione con la realizzazione in diretta di creazioni in oro e preziosi.

Questi gli orafi espositori: Giuseppe Verdenelli, Renato Silvi, Donatella Cestarelli, Lorenzo Perucci e Stefano Verdini di Macerata, Daniele Silvetti di Sarnano, Cinzia Federici e Andrea Massaccesi di Filottrano, Alarico Gentili di Colmurano ed Elena Baldassarri di Monte San Giusto.

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

 

Shares