Categorie: Ambiente, news,

25 giugno 2014 - La news ha avuto 90 visite
Ambiente: SISTRI - Ultimo Aggiornamento

Ambiente: SISTRI – Ultimo Aggiornamento

 

La scadenza del 30 giugno 2014 per il pagamento del contributo di iscrizione SISTRI relativo all’anno 2014 ha portato nuovamente alla ribalta il tanto detestato sistema di tracciabilità dei rifiuti, il SISTRI appunto.

Ricordiamo che ad oggi sono esclusi dall’obbligo di aderire al SISTRI i piccoli produttori, cioè i produttori di rifiuti pericolosi e di rifiuti non pericolosi con meno di 10 dipendenti, e trasportatori/gestori di rifiuti non pericolosi indipendentemente dal numero di dipendenti. Per questi soggetti rimangono in piedi tutti gli obblighi esistenti prima del SISTRI: registrazione su registro ci carico e scarico dei rifiuti, formulari per il trasporto, denuncia annuale dei rifiuti.

I soggetti invece obbligati ad aderire al SISTRI sono i produttori di rifiuti pericolosi con più di dieci dipendenti e trasportatori/gestori (compresi quelli che fanno solo attività di stoccaggio) di rifiuti pericolosi indipendentemente dal numero di dipendenti. Questi soggetti dovranno gestire fino al 31/12/2014 i rifiuti con il doppio binario, cioè sia con il SISTRI sia con registro di carico e scarico rifiuti più formulari. I soggetti obbligati sono i produttori di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti e i gestori di rifiuti pericolosi.

In ogni caso le sanzioni relativa al SISTRI saranno applicate solo dal 1° gennaio 2015.

Per quanto concerne il pagamento del contributo, in definitiva:

1. Gli esclusi dal campo di applicazione del SISTRI non pagano né entro il 30/06/2014 né mai!

2. Gli esclusi dal campo di applicazione del SISTRI che intendono usare il SISTRI pagano entro il 31/12/2014.

3. I soggetti obbligati ad aderire al SISTRI devono pagare entro il 30/06/2014. Ricordiamo comunque che le sanzioni per il tardivo pagamento del contributo annuale non possono essere applicate fino al 31/12/2014!

Per quanto riguarda la procedura per la cancellazione delle aziende prima obbligate e ora escluse dalla adesione al SISTRI e per la restituzione delle chiavette USB, Confartigianato ha messo a punto una ipotesi che fa riferimento ad una semplice procedura massiva, in seguito alla quale il Ministero elaborerà una propria procedura che verrà presentata nei prossimi giorni.

Tale procedura non ha niente a che vedere con la scadenza del 30 giugno, nonostante allarmistiche comunicazioni diffuse ad arte che mettono questi fatti in relazione tra loro. In altre parole la cancellazione della ditta e la restituzione dei dispositivi, finalizzate a non pagare il contributo annuale, non devono avvenire necessariamente entro il 30 giugno. Sarà possibile cancellarsi dopo il 30 giugno senza che ciò implichi qualsiasi forma di contribuzione!!!

Consigliamo pertanto, di attendere nostre istruzioni precise sulla procedura che verrà adottata.

f.mosca@macerata.confartigianato.it

Civitanova Marche 0733 366 612 – 0733 366 613 – 0733 81 29 12

Tolentino 0733 366 505 – 0733 366 502 – 0733 97 17 44

 

Shares