Categorie: 100% Made in Italy, Export, news,

19 giugno 2014 - La news ha avuto 111 visite
Export - Progetto Jimo: firma per il Made in Italy siglata a Pechino per l’Ice dal Presidente Confartigianato Moda Giuseppe Mazzarella

Export – Progetto Jimo: firma per il Made in Italy siglata a Pechino per l’Ice dal Presidente Confartigianato Moda Giuseppe Mazzarella

Con la visita di Matteo Renzi a Pechino questa settimana sono stati siglati diversi accordi e rapporti a favore dell’export nazionale, tra cui l’unico Protocollo d’intesa governativo per il Made in Italy: quello tra l’Ice e la municipalità di Jimo, città del commercio all’ingrosso rivolto principalmente a operatori cinesi, dove si trova il centro commerciale internazionale con il piano dedicato alle eccellenze italiane. La firma del Mou (Memorandum of undestanding) tra Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e la municipalità di Jimo, città del Nord-Est del colosso cinese, è stata siglata dal sindaco di Jimo, Deyang Zheng, e Giuseppe Mazzarella, Presidente nazionale di Confartigianato Moda, membro del consiglio d’amministrazione dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, presidente all’interno dell’Ice del gruppo Mpmi (micro, piccole e medie imprese) per l’internazionalizzazione, per la firma delegato da Roberto Luongo, direttore generale di Ice, con l’approvazione del presidente Riccardo Monti.

L’accordo è il primo nel suo genere firmato tra un Istituto italiano – con il consenso del Mise, il ministero dello Sviluppo economico italiano rappresentato dalla ministra Federica Guidi, e il Mae, il ministero degli Affari esteri – ed una municipalità cinese, per lo sviluppo commerciale delle imprese italiane, specialmente le micro medie e piccole.

I settori di interesse del progetto Jimo sono la moda, l’agroalimentare, la cosmesi, l’oreficeria e l’arredamento di design. Si tratta di 300mila mq di superficie di vendita suddivisi in 100mila mq per hotel e ristoranti e 20mila mq per negozi all’ingrosso e dettaglio dedicati all’Italia. Con 21 ingressi, 96 ascensori, luci a led e pannelli fotovoltaici si presenta come un vero e proprio distretto del commercio all’ingrosso e al dettaglio. Il centro all’ingrosso sarà aperto al pubblico in agosto 2014 con l’inaugurazione ufficiale il 28 settembre, dopo undici anni di lavori in corso, con 160mila dipendenti a servizio del distretto.

Il progetto Jimo – afferma il Presidente Giuseppe Mazzarella – sostenuto in Italia da Ice, Confartigianato e Cna, è un’opportunità che accompagna i piccoli e medi imprenditori del territorio ad arrivare preparati grazie alla mediazione linguistica, culturale e del marketing che il progetto offre, per la durata minima di un anno permettendo il consolidamento del proprio marchio con personale preparato in loco. 20mila mq sono stati riservati al Made in Italy e lo scopo del governo cinese è di creare un distretto permanente delle eccellenze italiane in una zona in cui il mercato nazionale è già maturo.

Giuseppe Mazzarella e Sun Wenyu (Angelo), cinese di terza generazione responsabile del Progetto Jimo per l’Italia delegato della municipalità di Jimo, hanno dato vita al progetto ritenendo che le eccellenze italiane possono davvero sfondare in un mercato ad oggi preparato come quello cinese: Con Angelo – ha sottolineato Giuseppe Mazzarella – scegliere di accompagnare gli imprenditori dalla conoscenza della realtà fino al posizionamento del prodotto, ci è sembrata la strada vincente legandoci ai politici di Jimo che hanno dato un valore aggiunto a tutta la progettualità. La città è uno snodo commerciale interessante, non inflazionata come Hong Kong e aperta a nuove fette di mercato.

Al fine di aiutare le piccole e medie imprese italiane ad entrare nel mercato cinese, attraverso la partecipazione al Progetto Jimo all’interno del centro commerciale dedicato al Made in Italy, Ice «riconosce il valore positivo del progetto, ed intende promuoverne attivamente la realizzazione, promuovendo presso aziende e associazioni italiane il progetto e le opportunità di affari che esso genererà, valutando la possibilità di organizzare specifici eventi per promuovere il progetto, all’interno e all’esterno della Jimo International Trade City».

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

 

Shares