Categorie: Autoriparazione, Carrozzieri, Elettrauto, Meccanici, news,

22 gennaio 2014 - La news ha avuto 134 visite
R. C. Auto – Le novità introdotte dal Decreto Legge 23-12 -2013, n. 145, valutazioni di Confartigianato Persone ad uso degli utenti della strada

R. C. Auto – Le novità introdotte dal Decreto Legge 23-12 -2013, n. 145, valutazioni di Confartigianato Persone ad uso degli utenti della strada

1390390524_Autoriparazione– Le imprese di assicurazione possono proporre la stipula di contratti che, a fronte di un esiguo sconto sul premio assicurativo, prevedono l’installazione di meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, (scatola nera).

Quando uno dei veicoli coinvolti in un incidente risulta dotato della “scatola nera”, le risultanze del dispositivo formano piena prova nei procedimenti civili.

A decorrere dal 1° ottobre 2014 i dati sull’attività del veicolo sono trasmessi direttamente dalla scatola nera ad un servizio unico di raccolta dei dati, istituito presso il Ministero dei Trasporti (il servizio può essere affidato anche in concessione); essi vengono poi trasmessi dal Ministero medesimo alle compagnie di assicurazione competenti per ciascun veicolo assicurato.

Considerazioni per l’automobilista: la scatola nera registra tutti i comportamenti e gli spostamenti del veicolo: la velocità, lo stile di guida, il rispetto della segnaletica stradale, la percorrenza, gli spostamenti urbani ed extraurbani, i tempi di guida, …

In caso di incidente la norma assegna alle risultanze della scatola nera  una posizione dominante nella gerarchia delle prove: ad esempio, una velocità eccessiva attestata dalla scatola nera non potrà essere smentita per testi o da ricostruzione cinematica.

– L’identificazione di eventuali testimoni sul luogo di accadimento dell’incidente deve risultare dalla denuncia del sinistro nonché dalla richiesta di risarcimento.

Fatte salve le risultanze in verbali delle Autorità di Polizia, l’identificazione dei testimoni avvenuta in un momento successivo comporta l’inammissibilità della prova testimoniale addotta.

Considerazioni per l’automobilista: il disposto normativo  prevede l’inammissibilità dei testimoni non indicati nella denuncia di sinistro e richiesta di risarcimento. Le conseguenze possono essere rilevanti. Ipotizziamo, ad esempio, che danneggiato e controparte non abbiano redatto constatazione amichevole e che riferiscano successivamente una ricostruzione dei fatti opposta, ove la controparte denunciasse la presenza di testimoni e su questa base la Compagnia di assicurazione rifiutasse di corrispondere il risarcimento, il danneggiato non avrebbe più la possibilità ( che invece ha oggi ) di comunicare i testimoni presenti a suo favore  se non già indicati  nella richiesta di risarcimento ad esempio i trasportati illesi.

– Il  termine previsto per la messa a disposizione del veicolo onde effettuare la perizia del danno è elevato da cinque a dieci giorni non festivi.

Considerazioni per l’automobilista: ne consegue che la riparazione dell’autoveicolo non può iniziare prima della scadenza di detto termine (dieci giorni) dalla ricezione, da parte dell’assicurazione, della raccomandata di messa i mora. Ciò significa che l’automobilista non potrà riavere il proprio autoveicolo riparato prima di  20/30 giorni dall’accaduto.

– Il  diritto al risarcimento del danno prodotto dalla circolazione dei veicoli si prescrive in due anni. In ogni caso il danneggiato decade dal diritto qualora la richiesta di risarcimento non venga presentata entro tre mesi dal fatto dannoso.

Considerazioni per l’automobilista: la norma stabilisce la decadenza del diritto al risarcimento qualora  la richiesta non venga proposta entro il termine di tre mesi dal fatto.  Non siamo in presenza di una prescrizione che rimane biennale per i sinistri con danni solo materiali, ma di una decadenza del diritto.  La casistica più ricorrente potrebbe essere quella del danneggiato “ fai da te “ che istruisce la pratica di persona e che imposti poi la vertenza informalmente confidando magari in un suo facile esito, quindi senza l’invio tempestivo della raccomandata di richiesta.   In caso di contestazione giudiziale è facile prevedere che la Compagnia di assicurazione possa eccepire la decadenza del diritto.

– Risarcimento in forma specifica – è facoltà della Compagnia di assicurazione, in assenza di responsabilità concorsuale, risarcire in forma specifica il danno al veicolo danneggiato, fornendo idonea garanzia sulle riparazioni effettuate.

Considerazioni per l’automobilista: a fronte di un esiguo sconto sul premio assicurativo, la compagnia di assicurazione, nel caso l’assicurato abbia sottoscritto un contratto contenente la suddetta clausola, obbliga il medesimo danneggiato a riparare l’autoveicolo presso una carrozzeria convenzionata con la compagnia di assicurazione, la quale ha preventivamente concordato con la carrozzeria stessa le modalità di erogazione del servizio, costo orario compreso.   Naturalmente il danneggiato può comunque esigere la riparazione del proprio veicolo presso il proprio carrozziere di fiducia ma, in questo caso, la somma corrisposta dall’assicurazione non può comunque superare il costo che la stessa avrebbe sostenuto provvedendo alla riparazione mediante l’impresa convenzionata.

-Le imprese di assicurazione sono tenute a proporre clausole contrattuali che prevedono prestazioni di servizi medico-sanitari resi da professionisti individuati e remunerati dalle medesime imprese.

Considerazioni per l’automobilista: anche in questo caso, a fronte di un esiguo sconto sul premio assicurativo, le imprese di assicurazione sono tenute a proporci di mettere la nostra salute in mano a medici, molto probabilmente sconosciuti, individuati e remunerati dalle stesse compagnie di assicurazioni: l’utente sappia che ha piena facoltà di non prendere minimamente in considerazione tale offerta lasciandosi così la piena libertà, in un eventuale momento di bisogno, di rivolgersi alle strutture ed a professionisti di propria fiducia.

Per informazioni:

f.meriggi@macerata.confartigianato.it

0733.366228

Shares