Categorie: HOME PAGE, Innovazione tecnologica, news,

18 dicembre 2013 - La news ha avuto 34 visite
Successo per l’evento di Confartigianato " L’innovazione nelle mani"

Successo per l’evento di Confartigianato " L’innovazione nelle mani"

1387367585_HK0E9391.JPG,1387367585_HK0E9391.JPG,1387367585_HK0E9391.JPG,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf 

Dopo il successo delle precedenti edizioni, Confartigianato Imprese  Macerata ha dato vita il 13 dicembre scorso alla terza edizione dell’evento L’INNOVAZIONE NELLE MANI, Premio Innovazione Artigiani e  Piccole Imprese, organizzato con il prezioso contributo della Camera  di Commercio di Macerata, la consulenza di Tecnomarche e la collaborazione di Università di Camerino, di NetWorkLab (Università  Politecnica delle Marche) e di Compagnia delle Opere Marche Sud.

 

Tredici in totale le imprese che hanno ricevuto premi. Tredici storie d’innovazione e di internazionalizzazione, di percorsi di ricerca di materiali e processi ecosostenibili,  di eccellenza nell’uso delle tecnologie informatiche e degli strumenti di comunicazione digitali.

 

Il “melo drink” ovvero la “scoperta” del succo di melagrana come bevanda dalle mille proprietà salutari, destagionalizzando il prodotto attraverso una totale gestione della catena del freddo e  distribuendolo presso esercizi commerciali, palestre e centri  benessere unitamente ad un apparecchio di spremitura progettato e  realizzato ad hoc, lo stivale da equitazione che dopo l’Europa conquista Hong Kong e la Cina, prodotto da un’azienda calzaturiera con ben…quattro dipendenti, le scarpe “modaiole” e ”regine”  del Web ma accuratamente prodotte con alta qualità artigianale, le  “pillole multimediali” di Skilla, catalogo di auto formazione  specialistica accessibile da web, il lavello realizzato in materiale ecocompatibile ed autopulente sono i prodotti che hanno meritato la Menzione Speciale della Giuria assegnata alle rispettive imprese:  Welness Fruit srl, Calzaturificio Max Weber (marchio Secchiari),  Playhat di Matteo Marziali, Amicucci Formazione e Delta srl (marchio Telma).

 

Tre sono state le start – up innovative premiate: Med Innovations, che realizza App per smartphone e tablet oltre ad applicazioni integrate per il web; Labme Innovations, che opera nel settore dell’ingegneria industriale ed ha realizzato il prototipo di un giubbetto  antinfortunistico dotato di airbag, ed infine Josephine Shoes che sta realizzando, in rete con altre imprese, una linea di calzature per donna totalmente ecocompatibile.

 

L’edizione 2013 del Premio, con la cerimonia finale, è stata focalizzata in modo particolare sui temi della green economy e della digitalizzazione dell’impresa. I docenti Silvio Cardinali e Claudio Pettinari, rispettivamente delle Università di Ancona e Camerino, sono intervenuti sui temi della internazionalizzaione delle micro e piccole imprese mediante le tecnologie e gli strumenti del Web 2.0 e sull’innovazione, green e non solo, di materiali e processi produttivi, portando l’esempio di interessantissimi casi aziendali del territorio.

 

Zalando, leader nel webmarketing e nelle vendite online del settore moda, è stata l’azienda testimonial di quest’anno. Un’occasione importante per comprendere il modello vincente di business adottato dal gruppo. Il Country Manager Italia, Giuseppe Tamola, ha risposto alle domande degli imprenditori ed operatori presenti,

sul tema di come applicare tale modello alle imprese di qualità del 100% made in Italy.

 

Quest’anno la cerimonia è stata preceduta da due workshop, uno su “Imprese ed Internet – esserci si ma esserci davvero”, curato dal gruppo ICT- Innovazione di Confartigianato, e l’altro sul tema del “digital manufacturing: il futuro delle piccole produzioni è digitale” curato dal laboratorio Design for Craft di Carlo De Mattia. Grande l’interesse riscontrato da parte degli imprenditori che hanno preso parte ai lavori.

 

Il Responsabile dell’ Area Innovazione di Confartigianato Imprese Macerata, Giuseppe Ripani, con l’Assessore regionale alle attività produttive Sara Giannini, il Presidente nazionale di Confartigianato Moda Giuseppe Mazzarella, l’Assessore provinciale Giorgio Palombini ed il Direttore di Tecnomarche Roberto Bedini ha premiato le imprese innovative 2013, scelte tra le molte che si sono candidate da tutta la provincia. Oltre alle imprese sopra citate come menzioni speciali e start-up, sono state premiate: Romar, per l’innovazione di processo fisico-chimico nella produzione oggetti artistici in argento; Tecne 90, che ha brevettato un innovativo processo per lo stampaggio di una suola per calzature contenente una camera d’aria; Cosmo Seri, che da oltre 50 anni opera nel settore della piccola prefabbricazione in cemento ed ha sviluppato una nuova linea di prodotti di arredo per la casa (esterni ed interni); DevQ, una software house che ha sviluppato una App per l’automazione della forza vendita; Puli Ecol Recuperi srl, un’azienda addetta alla gestione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi che ha sviluppato un innovativo sistema per il  riconoscimento e selezione automatica delle plastiche.

 

Le piccole e medie imprese che innovano e si internazionalizzano, quindi, anche e soprattutto in questo ormai lunghissimo periodo di crisi, sono quelle che ce la fanno. Confartigianato è come sempre e più di sempre al loro fianco.

 

 

 

 

Visiona il video dell’evento:

http://tv.cronachemaceratesi.it/2013/12/16/premiati-gli-artigiani-che-fanno-innovazione/9022/

 

 

 

1387367585_HK0E9391.JPG,1387367585_HK0E9391.JPG,1387367585_HK0E9391.JPG,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf,1387378530_HK0E9236.JPG,1387378407_HK0E9281.JPG,1387367239_16dicembre2013Cm_innovazione_nelle_mani.pdf

 

Shares