Categorie: 100% Made in Italy, Alimentare, news,

13 novembre 2013 - La news ha avuto 211 visite
100% Made in Italy - Successo per il Work Shop di Confartigianato del settore agroalimentare tra imprenditori giapponesi e imprese del territorio maceratese

100% Made in Italy – Successo per il Work Shop di Confartigianato del settore agroalimentare tra imprenditori giapponesi e imprese del territorio maceratese

 

Confartigianato Imprese Macerata, in collaborazione con la Nuova Ice (Italian Trade Agency – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), ha organizzato venerdì 8 novembre, presso il Cosmopolitan Hotel di Civitanova Marche un importante Work Shop del settore agroalimentare tra imprenditori giapponesi e imprese del territorio maceratese.

Una delegazione giapponese composta da buyers di alto profilo del settore enogastronomico ha tenuto un incontro “business to business” con 23 aziende del territorio maceratese produttrici di vino, pasta, salumi, formaggi, dolci che realizzano produzioni 100 % Made in Italy.

Anche per sottolineare il legame tra imprenditoria e territorio l’Ufficio Ice di Tokyo ha fatto affiancare la delegazione di buyer da un giornalista giapponese rappresentante di “Food Life” una rivista mensile rivolta agli operatori della ristorazione, importatori e distributori. Le ricerche di mercato per il reperimento buyer sono state effettuate sulla base delle schede delle aziende partecipanti al progetto, che Confartigianato Macerata aveva preventivamente inviato. Hanno aderito alla missione in Italia buyer  come Takashimaya, Thoma Soji e Foodliner Limited.

Un mercato importante, quello giapponese, per le imprese italiane, tanto che secondo dati diffusi dall’Ice, nel periodo gennaio – settembre 2013, le importazioni giapponesi dall’Italia sono ammontate a 700,2 miliardi di yen, con un aumento del 26,7% rispetto allo stesso periodo del 2012 ( 552,7 miliardi). Nel solo mese di settembre, le importazioni in valore sono cresciute del 28,8%  rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (75 miliardi contro i 58,3 del settembre 2012). Se il trend attuale continuerà fino a dicembre, si potrebbe superare per la prima volta la soglia del trilione di Yen di esportazioni italiane in Giappone.

Questi dati – ha affermato Giuseppe Mazzarella, Delegato Nazionale Internazionalizzazione Confartigianato Imprese, il quale, in qualità di consigliere di amministrazione dell’Ice, riveste, per la stessa, la carica di Presidente della Consulta delle Piccole e Medie Imprese, – confermano che le nostre imprese sanno conquistare i mercati esteri con l’alta qualità dei prodotti made in Italy, prodotti che nascono in larga parte nell’artigianato e nelle piccole aziende ben radicate nei territori italiani. E, anche grazie alle nuove tecnologie abilitanti, le piccole aziende riescono a superare limiti e vincoli, diventando così sempre più imprese globali. Ma per preservare e valorizzare questo nostro modello produttivo occorre offrire ai piccoli imprenditori gli strumenti per aggregarsi e fare massa critica affinchè possano continuare a portare nel mondo l’eccellenza della manifattura italiana.

Queste le aziende del territorio maceratese che realizzano produzioni 100 % Made in Italy e che hanno esposto i propri prodotti all’interno dell’exibition center del Cosmopolitan Hotel:

–          per il settore vino, Vinicola Gagliardi Gino (Matelica), Azienda Agricola Filippo Maraviglia (Matelica), Azienda Agraria Degli Azzoni, Avogadro Carradori (Montefano), Azienda Agricola Boccadigabbia (Civitanova Marche), Santa Cassella Società Agricola  (Potenza Picena), Soc Agricola Fattoria Colmone della Marca  (San Severino Marche);

–          per il settore dolciumi e prodotti da forno: Tre Mori Srl (Tolentino), Dolciaria Bettacchi   (Pollenza), Panificio Montanari snc (Belforte del Chienti), Antica Forneria Preziuso (Recanati), Pasticceria Cioccolateria Romoli (Civitanova Marche);

–          per il settore pasta: La Pasta di Aldo (Monte San Giusto), Pastificio F.lli Ciccarelli S.N.C. (Montecassiano), La Pasta di Fiordimonte S.r.l (Tolentino);

–          per il settore olio: Corradini Corrado & C. Sas (Mogliano), Frantoio Fuselli e Guzzini snc  (Recanati), Oleificio Capponi Nicola Mario (Morrovalle);

–          per il settore conserve: Punto Verde srl (San Severino Marche), Azienda Agricola Sigi (Macerata), Ralò (San Severino Marche);

–          per il settore salumi: Caseificio Di Pietrantonio Andrea & C. Snc (Belforte del Chienti), Salumificio Ciccarelli (San Severino Marche), Salumificio Gianluca Pierini (Recanati).

 UFFICIO  STAMPA CONFARTIGIANATO  IMPRESE  MACERATA

1384354507_confartigianato__18

 

Shares