Categorie: Artigianato Artistico, HOME PAGE, news,

31 luglio 2013 - La news ha avuto 73 visite
ARTIGIANATO ARTISTICO – Con il bando regionale "botteghe scuola" incentivi per i maestri artigiani e borse di studio retribuite per i tirocinanti

ARTIGIANATO ARTISTICO – Con il bando regionale "botteghe scuola" incentivi per i maestri artigiani e borse di studio retribuite per i tirocinanti

1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf,1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf,1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf 

Dopo l’attribuzione della qualifica di Maestro artigiano a diversi imprenditori marchigiani (arrivati ad oggi a n. 64 in tutta la Regione) e al successivo accreditamento delle botteghe, prende avvio il progetto “botteghe scuola” relativamente al quale si allega  DGR inerente l’approvazione dei criteri  e modalità assegnazione contributi a n. 32 progetti “Bottega scuola” ed il relativo Decreto contenente  le modalità ed i termini per la presentazione delle domande.

Si avvia pertanto una sperimentazione finalizzata all’attivazione di N. 32 Botteghe scuola quali laboratori guidati dal Maestro artigiano, luogo di formazione per i giovani (indipendentemente dal titolo di studio posseduto) che possono trovare nell’artigianato di qualità una concreta prospettiva professionale, garantendo così il necessario ricambio generazionale. Essa rappresenta un modo per permettere continuità nell’eccellenza espressa dalle tante specializzazioni artigianali, con la opportunità di coniugarle con nuove idee e sensibilità di cui sono portatori i più giovani.

 

Tale sperimentazione si articola in quattro linee di azione tra loro collegate:

 

1)   Assegnazione di n. 32 Borse di studio a favore di giovani tirocinanti per l’inserimento lavorativo della durata di sei mesi presso le imprese che hanno sede legale e/operativa secondaria nel territorio marchigiano, con un quota a sostegno al reddito per un valore individuale di Euro 650,00 mensili lordi;

2)    Assegnazione di n. 32 incentivi, per un periodo di sei mesi, a favore dei Maestri Artigiani titolari delle Botteghe scuola che abbiano sede legale e/o operativa nel territorio marchigiano, per l’attività di tutoraggio e affiancamento per l’apprendimento del mestiere , del valore individuale di Euro 600,00 mensili lordi;

3)    Aiuti alle imprese che , assumendo i borsisti, trasformano la Borsa di studio in contratto di lavoro a tempo indeterminato, consistente nell’erogazione di un incentivo pari ad Euro 7.000,00 per ogni assunzione (full time) realizzata;

4)    Accesso al prestito d’onore regionale. I borsisti che , al termine del periodo di inserimento lavorativo, avvieranno un’attività in proprio nel medesimo settore oggetto della formazione/lavoro, avranno diritto ad accedere ai benefici del “prestito d’onore” – 2013/2014.

 

I giovani destinatari di tale intervento devono avere: un’età non superiore ai 35 anni e la residenza nella Regione Marche; devono risultare disoccupati o inoccupati ai sensi del D. lgs 297/2002 e disp. Reg.li alla data della scadenza del bando, non devono avere rapporti di lavoro con i soggetto ospitanti, ne’ legami di parentela /affinità o coniugio con la persona fisica proprietaria, titolare o socio dell’impresa ospitante; inoltre non devono aver usufruito di n. 2 borse di studio a valere sulle risorse della programmazione FSE 2007-2013.

 

Possono essere soggetti ospitanti le imprese che: abbiano sede legale e secondaria – operativa nelle Marche, riconosciute “Botteghe scuola “ ai sensi della DGR 1068/2012 e che siano: in regola con l’applicazione del CCNL, in regola con il versamento degli obblighi contributivi e assicurativi; in regola con la normativa di sicurezza del lavoro e non debbono aver subito provvedimenti da parte delle autorità competenti in materia di sicurezza sul lavoro e/o lavoro irregolare; devono risultare in regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie – quote riserva- previste dalla legge n. 68 del 12.03.99 e s.m. , senza il ricorso all’esonero previsto dall’art. 5, comma 3 della legge medesima.; devono trovarsi nella situazione di non aver effettuato licenziamenti negli ultimi 12 mesi per la stessa qualifica, salvo che per giusta causa.

Le  domande di partecipazione al bando potranno esser presentate a partire dal prossimo 25 luglio fino al 4 ottobre 2013, come indicato nell’allegato decreto contenente la relativa modulistica.

 

 

Per informazioni:

e.dangelantonio@macerata.confartigianato.it

0733.366308

 

 

 

1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf,1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf,1374074664_decreto_Bottega_Scuola.rtf,1374074478_DGR0993_13_Bottega_scuola.pdf

 

Shares