Categorie: Benessere, HOME PAGE, news,

24 luglio 2013 - La news ha avuto 32 visite
BENESSERE - Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute: continua l’impegno di Confartigianato nella campagna contro l’ abusivismo nel settore benessere

BENESSERE – Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute: continua l’impegno di Confartigianato nella campagna contro l’ abusivismo nel settore benessere

1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg,1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg,1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg 

Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute, affidati a professionisti dell’acconciatura e dell’estetica”: e’ questo lo slogan presente da questi giorni sui depliants informativi che verranno distribuiti ad imprese e cittadini di tutta la provincia di Macerata e diffuso nei mezzi di comunicazione, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione promossa da Confartigianato e Cna contro il dilagare del fenomeno.

Una campagna questa, che dopo il primo lancio nel 2012, segna il rinnovo dell’impegno di Confartigianato e Cna nel sensibilizzare i cittadini rispetto al fenomeno e nel tutelare la professionalità di chi esercita l’attività sostenendo costi elevati per l’aggiornamento professionale e per l’adeguamento alle normative vigenti di strumenti e macchinari.
Una scelta nata dalla consapevolezza che il fenomeno dell’abusivismo e della concorrenza sleale nel settore dell’acconciatura e dell’estetica ha assunto nella nostra Provincia dimensioni rilevanti. Secondo le stime elaborate a fronte di un’indagine promossa da Confartigianato e Cna relativamente alla percezione del fenomeno abusivismo nel settore benessere nella nostra provincia il numero delle attività abusive potrebbe aggirarsi intorno al 30 % di quelle regolari, con oltre 300 soggetti che operano in maniera abusiva.

Nel mondo del benessere – spiegano in proposito Agnese Latini ed Ivan Caterbetti, rispettivamente Presidenti Provinciali Estetica ed Acconciatura di Confartigianato Imprese Macerata, e Giorgio Ligliani, Presidente Provinciale Cna Benessere e Sanità –  esiste un mercato, quello degli abusivi, che non rispetta norme e requisiti che sono alla base della professionalità di acconciatori ed estetiste, quali in primo luogo abilitazioni professionali, e che ricorre all’utilizzo di prodotti professionali NON adeguati e NON rispettosi della salute del consumatore. Chi si rivolge ad un parrucchiere o ad un estetista abusivi crede di ottenere un servizio spendendo meno, invece, oltre a non avere un risparmio reale, rischia la propria salute e se subisce un danno non verrà risarcito. Dermatiti, micosi, funghi, allergie, prodotti non testati, scaduti o di scarsa qualità; traumi muscolari e danni ai capillari causati da massaggi non professionali o dall’utilizzo scorretto di apparecchiature, ma anche epatite C o AIDS provocati da strumenti non sterilizzati correttamente, sono infatti solo alcuni dei danni che gli abusivi possono causare ai clienti>. poiché l’abusivo, aggirando le regole, crea danni all’erario e vive sulle spalle di tutti i cittadini.
Già l’anno scorso – dicono Confartigianato Benessere e Cna Benessere e Sanità – abbiamo messo grande impegno nel lancio e nella realizzazione della campagna sensibilizzando ed informando consumatori e cittadini tramite cartellonistica stradale, uscite sulla stampa e volantini informativi. Abbiamo inoltre avviato un rapporto di collaborazione con gli Enti preposti al contrasto del fenomeno ed istituito dei recapiti ai quali poter inoltrare anche in forma anonima segnalazioni. A questo proposito vogliamo esprimere loro il nostro apprezzamento per l’impegno profuso nell’attività di contrasto al fenomeno, attraverso operazioni, effettuate anche di recente, a tutela della salute pubblica e dei consumatori, che hanno portato alla sanzione di attività non in regola. Ora, anche nel 2013, intendiamo proseguire su questo percorso, finalizzato a contrastare la forte concorrenza sleale che viene posta in essere dagli abusivi, ed a salvaguardare la tutela della professionalità di chi esercita l’attività, oltre alla salute dei clienti.
 
Da qualche tempo – aggiungono le Associazioni – ci stiamo poi impegnando per chiarire le modalità concrete ed incentivare l’avvio presso le imprese del benessere del nuovo istituto della poltrona/cabina in affitto, che rappresenta un’opportunità concreta per chi intende lavorare regolarmente ed onestamente ma, per esempio, non ha disponibilità di risorse per avviare un’impresa tradizionale. Una ulteriore possibilità di lavoro per il settore, che potrebbe contribuire ad arginare il fenomeno abusivismo>. Per segnalazioni e informazioni: e-mail: abusivismo@macerata.confartigianato.itstopabusivi@mc.cna.it  fax 0733. 279527 – 0733.366223
Già l’anno scorso – dicono Confartigianato Benessere e Cna Benessere e Sanità – abbiamo messo grande impegno nel lancio e nella realizzazione della campagna sensibilizzando ed informando consumatori e cittadini tramite cartellonistica stradale, uscite sulla stampa e volantini informativi. Abbiamo inoltre avviato un rapporto di collaborazione con gli Enti preposti al contrasto del fenomeno ed istituito dei recapiti ai quali poter inoltrare anche in forma anonima segnalazioni. A questo proposito vogliamo esprimere loro il nostro apprezzamento per l’impegno profuso nell’attività di contrasto al fenomeno, attraverso operazioni, effettuate anche di recente, a tutela della salute pubblica e dei consumatori, che hanno portato alla sanzione di attività non in regola. Ora, anche nel 2013, intendiamo proseguire su questo percorso, finalizzato a contrastare la forte concorrenza sleale che viene posta in essere dagli abusivi, ed a salvaguardare la tutela della professionalità di chi esercita l’attività, oltre alla salute dei clienti.
 
< Da qualche tempo – aggiungono le Associazioni – ci stiamo poi impegnando per chiarire le modalità concrete ed incentivare l’avvio presso le imprese del benessere del nuovo istituto della poltrona/cabina in affitto, che rappresenta un’opportunità concreta per chi intende lavorare regolarmente ed onestamente ma, per esempio, non ha disponibilità di risorse per avviare un’impresa tradizionale. Una ulteriore possibilità di lavoro per il settore, che potrebbe contribuire ad arginare il fenomeno abusivismo>. Per segnalazioni e informazioni: e-mail: abusivismo@macerata.confartigianato.itstopabusivi@mc.cna.it  fax 0733. 279527 – 0733.366223

1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg,1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg,1373535223_CampagnaAntiabusivismo2012.jpg,1373534902_100x140_Benessere_Confartigianato.jpg

 

Shares