Categorie: HOME PAGE, news,

9 luglio 2013 - La news ha avuto 23 visite
Apprendistato strumento contro la disoccupazione giovanile, Confartigianato ha aderito all’Alleanza europea per l’apprendistato

Apprendistato strumento contro la disoccupazione giovanile, Confartigianato ha aderito all’Alleanza europea per l’apprendistato

 <p style="text-align: justify;">L&rsquo;apprendistato &egrave; lo strumento fondamentale per avvicinare i giovani al mondo del lavoro e per trasmettere le competenze tipiche delle attivit&agrave; che hanno fatto grande il made in Italy nel mondo. L&rsquo;Italia deve investire su questo contratto che coniuga il sapere e il saper fare, valorizzando l&rsquo;approccio duale, l&rsquo;alternanza scuola-lavoro, che ha formato generazioni di lavoratori ma &egrave; stato anche la &lsquo;palestra&rsquo; per migliaia di giovani che hanno creato a loro volta un&rsquo;impresa.</p> <p style="text-align: justify;">Ed &egrave; proprio per questi motivi che Confartigianato ha aderito all&rsquo;Alleanza europea per l&rsquo;apprendistato inaugurata nei giorni scorsi a Lipsia, in Germania, con una cerimonia svoltasi nell&rsquo;ambito dei WorldSkills 2013, i Campionati Mondiali dei Mestieri, che hanno visto oltre 1.000 giovani provenienti da 60 Paesi del mondo sfidarsi a colpi di abilit&agrave; professionale.&nbsp;</p> <p style="text-align: justify;">La nostra Associazione &ndash; <strong>afferma il Presidente Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata</strong> <strong>Renzo Leonori</strong> &ndash; ha sempre creduto nella validit&agrave; dell&rsquo;apprendistato quale strumento di sviluppo del sistema produttivo, utile soprattutto alla piccola e media impresa. Ecco quindi che insistiamo con forza sulla necessit&agrave; di rilanciare l’apprendistato liberandolo dai maggiori costi e vincoli introdotti dalla riforma Fornero. L&rsquo;Unione europea e i Paesi che la compongono devono oggi pi&ugrave; che mai cogliere tutti insieme una sfida fondamentale: far s&igrave; che in ogni Paese dell&rsquo;Ue la &lsquo;cultura del sapere&rsquo; e quella del &lsquo;saper fare&rsquo; siano alla base del rinascimento industriale che, mai come in questo caso, deve prendere le mosse dall&rsquo;artigianato, settore con il maggior numero di apprendisti e in cui il maggior numero di assunzioni avviene proprio con il contratto di apprendistato. Esso &ndash; <strong>conclude il Presidente Leonori</strong> &ndash; oltre a rappresentare uno strumento fondamentale per combattere la piaga della disoccupazione giovanile &egrave; anche un mezzo importantissimo per la sopravvivenza e lo sviluppo dell&rsquo;impresa che pu&ograve; plasmare cos&igrave;, secondo le proprie necessit&agrave; e le proprie competenze, figure professionali altamente qualificate a &ldquo;misura d&rsquo;azienda&rdquo;</p>

 

Shares