Categorie: news,

5 giugno 2013 - La news ha avuto 23 visite
Confartigianato: BENE IL GOVERNO SUL "BONUS RISTRUTTURAZIONI" esteso anche agli arredi

Confartigianato: BENE IL GOVERNO SUL "BONUS RISTRUTTURAZIONI" esteso anche agli arredi

 

Dopo il rinvio della scorsa settimana, è arrivato il via libera dal Consiglio dei Ministri al decreto legge contenente la proroga degli incentivi sul risparmio energetico e sulle ristrutturazioni di edifici: un intervento sostenuto con forza da ANAEPA-Confartigianato Edilizia e dalle altre associazioni di categoria, che vedono in esso un primo passo per rimettere in moto il settore delle costruzioni. Nel provvedimento, che recepisce la direttiva Ue 2010/31 sulla prestazione energetica, la detrazione del 50% sui lavori di ristrutturazione, che dal 1 luglio sarebbe ridiscesa all’ordinario 36%, è prorogata al 31 dicembre 2013, fermo restando il tetto di 96mila euro degli importi. Tale detrazione è stata estesa anche all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10 mila euro. L’introduzione della detrazione del 50% sugli arredi, è una grande vittoria della Federazione Legno Arredo di Confartigianato Imprese, che aveva chiesto con forza tale provvedimento. La detrazione Irpef del 50%, prevista per la ristrutturazione, è un’operazione che non ha precedenti, in quanto abbraccia l’intero macrosistema arredo senza alcuna limitazione merceologica e ciò contribuirà sicuramente al rilancio di un comparto attualmente in forte sofferenza. Questa nuova disposizione porterà sicuramente a rivedere il segno “più” nei fatturati dopo 5 anni di …profondo rosso; ricordiamo che il “legno arredo”, leader del “made in Italy” nel mondo, è uno fra i più comparti importanti del sistema economico italiano. Inoltre, indirettamente, il provvedimento preso dal governo favorirà la salvaguardia di migliaia e migliaia di posti di lavoro, che per noi imprenditori artigiani costituiscono da sempre un prezioso patrimonio. Sono le maestranze che fanno grandi le nostre produzioni.

Inoltre, le agevolazioni riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all’adozione di misure antisismiche, nonché all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici.  

Potenziato anche l’attuale regime di detrazioni fiscali per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (anch’esso in scadenza il 30 giugno prossimo), che passerà dal 55% al 65% fino a dicembre 2013, mentre per i condomini sarà valida per l’intero 2014, concentrando la misura sugli interventi strutturali sull’involucro edilizio, maggiormente idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia. Restano esclusi gli interventi “di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia nonché delle spese per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria”.

 

Shares