Categorie: HOME PAGE, news,

6 febbraio 2013 - La news ha avuto 25 visite
L’imprenditoria giovanile in provincia di Macerata: sono quasi 4.000 le imprese under 35

L’imprenditoria giovanile in provincia di Macerata: sono quasi 4.000 le imprese under 35

1360140035_00.jpg,1360140035_00.jpg 

Nonostante la grave situazione economica e le difficoltà incontrate dalle imprese, dati non proprio positivi ma incoraggianti provengono dal settore dell’imprenditoria giovanile, come emerge dalle rilevazioni recentemente pubblicate dalla Camera di Commercio di Macerata e rielaborate da Confartigianato Imprese Macerata.

Nella provincia di Macerata, infatti, il numero delle cosiddette imprese giovanili, ovvero quelle in cui la partecipazione di giovani under 35 sia superiore al 50%, con riferimento alla natura giuridica, all’eventuale quota di capitale sociale detenuta e alla percentuale di giovani under 35 presenti tra gli amministratori, titolari o soci dell’impresa, ha mostrato un calo di 226 imprese, pari ad un – 5,5%.

Rispetto all’inizio dell’anno, queste passano da 4.103 a 3.877 unità, pari al 10,69% del totale delle imprese presenti sul territorio. Saldo negativo quindi, ma il crollo si è avuto nel 1° trimestre 2012, quando sono state perse 528 imprese (che ha portato lo stock totale a 3.575), dopo di che si è assistito ad una lenta ma graduale ripresa: nel 2° trimestre si è toccata quota 3.758,  nel 3° quota 3.816 per poi raggiungere, a fine 2012, come detto, quota 3.877 unità.

Le imprese under 35 si concentrano principalmente nei comuni di Civitanova Marche (560 unità), Macerata (463 unità), Tolentino (247unità), Recanati (221), Porto Recanati (190), Potenza Picena (185), Corridonia (172), Cingoli (158), S.Severino Marche (146), Treia (133), Morrovalle (131), Monte San Giusto (111). Di tutti e 57 i Comuni della provincia solo quello di Acquacanina non ha, nel proprio territorio, imprese under 35.

Più significativo, rispetto al numero assoluto di imprese (che, ovviamente, premia i centri maggiori), è quello della percentuale di imprese giovanili in rapporto al totale delle imprese dove la media provinciale si attesta al 10,69%: i centri con le percentuali maggiori di imprese “giovani” risultano essere Poggio San Vicino (17,02%), Porto Recanati (15,41%), Pioraco (15,19%), Bolognola (15,00%), Muccia (13,89), Monte San Martino (13,43), Monte San Giusto (13,17%) e Potenza Picena (12,94%). Le percentuali più basse si riscontrano nei Comuni di Sefro (2,38%), Castelsantangelo sul Nera (2,44%), Serravalle (4,13%) e Fiordimonte (4,35%).

Tra i centri più grandi la presenza di imprenditoria giovanile in rapporto al totale imprese è pari a 12,04% a Civitanova Marche, 11,42% a Morrovalle, 11,06% a Tolentino, 10,90% a Macerata, 10,25% a Cingoli. 

Nello specifico, tra i settori in cui l’imprenditorialità dei giovani è più forte nella nostra provincia, troviamo quello del commercio (all’ingrosso e al dettaglio, comprensivo anche della riparazione di autoveicoli e motocicli) con  1.004 imprese attive, e quello delle costruzioni, per lo più specializzate, con 879 imprese attive. Attraggono l’imprenditoria giovanile anche i settori del manifatturiero (458 imprese, di cui circa la metà nel settore moda cioè abbigliamento, cuoio, pelli), dell’agricoltura e della ristorazione, rispettivamente con 331 e 336 imprese attive in provincia. Sono poi  244 le imprese giovanili che operano nei servizi.

– Questi dati – sottolinea Pacifico Berrè, responsabile del Progetto Domani di Confartigianato Imprese Macerata – sono indice della volontà e della caparbietà dei giovani che scommettono, pur in un momento assai difficile per l’economia qual è quello attuale, in sé stessi e sulle proprie idee. Confartigianato ha da tempo messo in atto una strategia mirata appunto nell’aiutare i giovani a scegliere ed a muovere i primi passi nell’imprenditorialità: “Progetto Domani”, percorso rivolto ai giovani aspiranti imprenditori, con possibilità di formazione, tutoraggio ed accompagnamento per avviare e sostenere la creazione di una nuova impresa è un’iniziativa che va appunto in questa direzione.

Progetto Domani, avviato da 6 anni, è un’iniziativa completamente gratuita: essa ha consentito a tutt’oggi di formare oltre 2000 giovani, molti dei quali hanno intrapreso con successo una nuova attività d’impresa. –

1360140035_00.jpg,1360140035_00.jpg

 

Shares