Categorie: Fiscale, news,

28 gennaio 2013 - La news ha avuto 87 visite
ISTANZA DI RIMBORSO IRES/IRPEF RELATIVA ALL’INDEDUCIBILITA’ DELL’IRAP

Il rimborso delle imposte dirette per il periodo 2007 – 2011 connesso con l’indeducibilità dell’IRAP riferita alle spese per il personale passa necessariamente attraverso l’istanza telematica da inviare dal 18 gennaio al 15 marzo in relazione al domicilio fiscale del contribuente.

I contribuenti che intendono presentare l’istanza di rimborso IRES / IRPEF collegata all’indeducibilità dell’IRAP riferita alle spese per il personale per gli anni 2007-2011, devono

utilizzare esclusivamente l’apposito modello approvato dall’Agenzia delle Entrate con il

Provvedimento 17.12.2012 da inviare, come detto, telematicamente secondo lo specifico calendario allegato al citato Provvedimento.

In particolare, secondo quanto precisato nelle istruzioni al modello in esame: “… il contribuente può richiedere il rimborso delle maggiori imposte sui redditi versate (oppure della maggiore eccedenza a credito) dal 28 dicembre 2007.

Il prerequisito da verificare per ciascun anno è l’esistenza della componente “costo del lavoro”.

In particolare il costo del lavoro, comprendente come precisato dall’Agenzia delle Entrate nella

Circolare 19.6.2012, n. 25/E anche i compensi dei co.co.pro. e degli amministratori, va

considerato al netto delle deduzioni per il cuneo fiscale.

Dopo aver verificato tale requisito, per ciascun anno, è necessario reperire le seguenti

informazioni, distintamente per i versamenti a saldo dell’anno precedente e per quelli in

acconto (nel limite dell’imposta dovuta) dell’anno oggetto dell’istanza:

– ammontare del costo del personale dipendente e assimilato;

– ammontare deduzioni per il cuneo fiscale ex art. 11, commi 1, lett. a), 1-bis, 4-bis e 4-bis 1,

D.Lgs. n. 446/97;

valore della produzione IRAP, desumibile dal relativo mod. IRAP.

 

Gli uffici del servizio fiscale di Confartigianato Imprese Macerata sono a disposizione delle imprese per ulteriori informazioni oltre che per l’istruzione e l’inoltro dell’eventuale istanza.

Shares