Categorie: news,

28 gennaio 2013 - La news ha avuto 20 visite
Giornata di mobilitazione nazionale - "La politica non metta in liquidazione le imprese" - 28 gennaio 2013 - Camera di Commercio di Macerata

Giornata di mobilitazione nazionale – "La politica non metta in liquidazione le imprese" – 28 gennaio 2013 – Camera di Commercio di Macerata

1359394463_DSC_0060.JPG,1359394463_DSC_0060.JPG,1359395035_DSC_0087.JPG,1359394994_DSC_0057.JPG,1359394856_DSC_0030.JPG,1359394833_DSC_0026.JPG,1359394811_DSC_0023.JPG,1359394439_DSC_0025.JPG,1359395035_DSC_0087.JPG,1359394994_DSC_0057.JPG,1359394856_DSC_0030.JPG,1359394833_DSC_0026.JPG,1359394811_DSC_0023.JPG,1359394439_DSC_0025.JPG 

La politica non metta in liquidazione le imprese, Rete Imprese Italia non farà sconti!

E’ questo lo slogan all’insegna del quale si è svolta la giornata di mobilitazione nazionale organizzata da Rete Imprese Italia, il soggetto di rappresentanza unitario del mondo delle pmi e dell’impresa diffusa promosso da Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna e Casartigiani, per denunciare la drammatica situazione che il nostro sistema di imprese da troppo tempo sta vivendo sulla propria pelle.

In 80 città italiane le associazioni di Rete Imprese Italia hanno invitato all’ascolto i politici che si apprestano a varcare la soglia del Parlamento, con l’obiettivo di svolgere un’unica azione di mobilitazione come intero sistema produttivo della piccola impresa.

In questo contesto, oggi lunedì 28 gennaio presso la Sala Guizzardi della Camera di Commercio di Macerata, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confcommercio e Confesercenti, hanno organizzato un’iniziativa locale a testimonianza delle gravi difficoltà che stanno vivendo le imprese artigiane ed i commercianti.  Un modo per manifestare a gran voce la situazione di disagio delle piccole imprese a causa di una eccessiva pressione fiscale, di un crollo dei consumi senza precedenti, di un difficile e costoso accesso al credito, di una burocrazia esasperante ed onerosa, e che hanno bisogno oggi più che mai di una prospettiva di crescita.

Ad intervenire all’evento, moderato da Giuseppe Tesei, Vice – Segretario di Confartigianato Imprese Macerata, sono stati i rappresentanti Provinciali delle cinque associazioni: Mario Volpini, Presidente Provinciale Confcommercio, Renzo Leonori, Vicepresidente Provinciale Confartigianato, Maurizio Tritarelli, Presidente Provinciale CNA, Giuliana Bernardoni di Casartigiani, Ilva Sartini, Direttore Confesercenti Marche, oltre ad imprenditori rappresentanti di alcune delle principali categorie imprenditoriali, quali  Bruno Crescimbeni, Presidente Regionale Gruppo Costruzioni Confartigianato, Luigi Silenzi, Coordinatore Regionale Federmoda – CNA, Claudio Pini, Presidente Abat – Confcommercio Civitanova Marche, Lanfranco Risteo, Presidente Provinciale CUPLA, ed Enzo Mengoni, Presidente Nazionale Gruppo Panificatori Confartigianato.

 

Ad introdurre l’evento è stato Giuliano Bianchi, Presidente della Camera di Commercio Macerata, che ha affermato in apertura: – Ai politici presenti chiediamo di ricordarsi del territorio, anche se questo sistema elettorale non facilita il legame elettore-eletto, vi chiediamo di guardare la realtà delle aziende da vicino. Chi crea la ricchezza è solo l’impresa .

Ridurre la pressione fiscale, dare nuovo credito alle imprese, proseguire nell’azione di semplificazione, sviluppare le imprese per lo sviluppo del mercato del lavoro, investire su infrastrutture ed energia per competere: queste sono state le principali istanze manifestate dai 5 rappresentanti delle categorie che hanno preso la parola.

– Dobbiamo far comprendere ai politici che abbiamo invitato e che ci rappresenteranno, le difficoltà del territorio. L’accesso al credito è poi un’altra fondamentale priorità – ha affermato Renzo Leonori, Vicepresidente Provinciale Confartigianato.

– E’ impossibile accettare che oggi chiuda un’impresa ogni minuto in Italia, e che la pressione fiscale così esasperata aumenterà anche nel 2013 – ha detto Mario Volpini, Presidente provinciale Confcommercio. 

Maurizio Tritarelli di Cna Macerata: – Comprendiamo gli sforzi che il governo ci ha chiesto in questo ultimo anno ma servono urgentemente misure per aiutare la ripresa- .

Giuliana Bernardoni di Casartigiani: – C’è carenza di lavoro, serve formazione e manca la liquidità: molte sono poi le difficoltà nel settore manifatturiero –  meritiamo ascolto perchè siamo noi che sosteniamo l’occupazione.  – Servono investimenti per la crescita, un fisco più equo e piu’ credibilità della politica-  è stato il commento di Ilva Sartini di Confesercenti.

 

Presenti all’evento sono stati poi alcuni dei candidati alle prossime elezioni rappresentanti di tutti gli orientamenti politici, per ascoltare e prendere atto delle istanze di Confartigianato Imprese Macerata, Cna, Casartigiani, Confcommercio e Confesercenti,  che hanno portato quindi con i loro vertici istituzionali la testimonianza delle difficoltà che stanno  vivendo le imprese ed hanno presentato il loro “Manifesto per la crescita” da sottoporre all’approvazione dei candidati al Senato e alla Camera

 Visiona il video di Cronache Maceratesi sull’evento

 

Materiale relativo alla Giornata di Mobilitazione Nazionale

Rete Imprese Italia – Le nostre ragioni (documento completo)

Rete Imprese Italia – Le nostre ragioni (sintesi per la stampa)

Intervento del Presidente di Rete Imprese Italia

Foto della Giornata di Mobilitazione Nazionale

Spot radiofonico

1359394463_DSC_0060.JPG,1359394463_DSC_0060.JPG,1359395035_DSC_0087.JPG,1359394994_DSC_0057.JPG,1359394856_DSC_0030.JPG,1359394833_DSC_0026.JPG,1359394811_DSC_0023.JPG,1359394439_DSC_0025.JPG,1359395035_DSC_0087.JPG,1359394994_DSC_0057.JPG,1359394856_DSC_0030.JPG,1359394833_DSC_0026.JPG,1359394811_DSC_0023.JPG,1359394439_DSC_0025.JPG

 

Shares