Categorie: Senza categoria,

18 gennaio 2013 - La news ha avuto 153 visite
35 milioni di euro a sostegno di interventi di rilancio e reindustrializzazione delle zone colpite dalla crisi "Antonio Merloni": incontro a Matelica per presentare le opportunità previste dal nuovo Accordo di Programma

35 milioni di euro a sostegno di interventi di rilancio e reindustrializzazione delle zone colpite dalla crisi "Antonio Merloni": incontro a Matelica per presentare le opportunità previste dal nuovo Accordo di Programma

 

Si svolgerà martedì prossimo alle ore 18.00 a Matelica presso la Sala Convegni del centralissimo Palazzo Ottoni un’Assemblea pubblica indirizzata a tutte le imprese, specie le piccole, residenti nei Comuni individuati dall’Accordo di Programma, per illustrare i contenuti delle misure concordate tra Ministero dello Sviluppo Economico e gli Enti Regionali di Marche ed Umbria e siglate il 18 ottobre dello scorso anno.

L’incontro è stato indetto dalle Associazioni provinciali di Confartigianato Imprese e CNA, in collaborazione con l’Assessorato alle attività produttive della Regione Marche e vi prenderanno parte, oltre ai responsabili provinciali e territoriali delle due Associazioni imprenditoriali, l’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Sara Giannini, il Dirigente del Servizio, Rolando Amici, i  funzionari dell’Agenzia Invitalia Tiziana Cerchiello e Alessandro Palmitelli e la Responsabile dello sportello regionale Ida Prosperi di Svim Marche.

All’incontro sono stati invitati anche i Sindaci dei Comuni interessati e le Banche del territorio.

Il nuovo Accordo prevede lo stanziamento di 35 milioni di euro a sostegno di interventi di rilancio e reindustrializzazione delle zone colpite dalla crisi dell’ex Antonio Merloni (i comuni ammissibili sono: Acquacanina, Belforte del Chienti, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Esanatoglia, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Matelica, Monte Cavallo, Muccia, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Vicino, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Ussita e Visso).

L’Ente di coordinamento delle azioni del Programma sarà la Regione Marche, mentre i soggetti attuatori saranno le Agenzie ministeriali Invitalia e Italia Lavoro.

Tra le principali novità l’allargamento dell’ Accordo ai 56 comuni marchigiani, di cui 25 della provincia di Macerata, colpiti dalla crisi ex Antonio Merloni oppure rientranti nelle aree FAS ed “ex terremoto”, e la previsione di un consistente pacchetto di risorse ed interventi specifici per le piccole imprese appartenenti ai settori manifatturiero e servizi, a sostegno dell’innovazione, investimenti, ricerca, creazione e sviluppo di nuove unità produttive.

Tutte le imprese sono invitate a partecipare per conoscere i dettagli dell’Accordo, porre domande di chiarimento ed eventuali osservazioni al fine di proporre il maggior numero possibile di progetti di finanziamento.

 

Shares