Categorie: HOME PAGE, news,

12 dicembre 2012 - La news ha avuto 32 visite
Valutazione del rischio in azienda, difficoltà per le imprese

Valutazione del rischio in azienda, difficoltà per le imprese

1355309472_safety.jpg,1355309472_safety.jpg 

Un’altra zavorra burocratica sulle spalle di oltre 4 milioni di imprenditori italiani: entro il 31 dicembre 2012 devono redigere il documento sulla valutazione del rischio in azienda.  Lo impone il decreto interministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 dicembre con il quale vengono emanate le procedure standardizzate per effettuare la valutazione del rischio in azienda per le PMI.

In passato le imprese potevano adempiere all’obbligo autocertificando l’effettuazione della valutazione del rischio, senza quindi essere costrette a produrre documentazione. Ora, invece, è richiesto il formato documentale ed è quindi necessario svolgere materialmente la redazione del documento.

Da mesi Confartigianato Imprese avverte che le procedure non avrebbero dovuto essere pubblicate a ridosso della scadenza a meno di prevedere un congruo periodo  per consentire alle aziende di rispettare l’obbligo senza incorrere in sanzioni.

Le procedure standardizzate introdotte impongono una uniformità nella documentazione ma non introducono una semplificazione, invece attesa ed auspicata, in quanto vengono uniformati gli obblighi delle imprese indipendentemente dalla dimensione aziendale.

Per ulteriori informazioni e per l’espletamento delle procedure previste dalla legge il nostro personale del Servizio Ambiente e Sicurezza è a completa disposizione.

 

Prendere contatti con i sottostanti recapiti mail o telefonici:

f.mosca@macerata.confartigianato.it

 

Macerata: 0733 366243 – 0733 366236 – 0733 366242

Civitanova Marche: 0733 366612 – 0733 366613 – 0733 812912

Recanati: 0733 366656 – 0733 366665 – 0717573644

Tolentino: 0733 366505 – 0733 366502 – 0733 971744

1355309472_safety.jpg,1355309472_safety.jpg

 

Shares