Categorie: Benessere, HOME PAGE, news,

5 dicembre 2012 - La news ha avuto 34 visite
"Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute, affidati a professionisti dell’acconciatura e dell’estetica". Confartigianato e Cna lanciano una campagna contro l’abusivismo nel settore benessere

"Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute, affidati a professionisti dell’acconciatura e dell’estetica". Confartigianato e Cna lanciano una campagna contro l’abusivismo nel settore benessere

1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg,1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg,1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg 

Un abusivo gioca con la tua pelle e con i tuoi capelli: non mettere a rischio la tua salute, affidati a professionisti dell’acconciatura e dell’estetica”: e’ questo lo slogan che sarà presente su manifesti e locandine che verranno distribuiti ad imprese e cittadini di tutta la provincia di Macerata nell’ambito della campagna di sensibilizzazione promossa da Confartigianato e Cna contro il dilagare del fenomeno, e presentata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la Camera di Commercio di Macerata. Presenti all’evento sono stati: Eleonora D’Angelantonio, Responsabile Provinciale Benessere Confartigianato Imprese, Agnese Latini, Presidente Regionale Estetiste di Confartigianato, Giuliano Rocco, Segretario Provinciale Cna Benessere e Sanità, Giorgio Ligliani, Presidente Provinciale Cna Benessere e Sanità, e Giuliana Medei, Responsabile Provinciale Estetiste Cna.

Una scelta, quella delle due associazioni, nata dalla consapevolezza che il fenomeno dell’abusivismo nel settore dell’acconciatura e dell’estetica ha assunto nella nostra Provincia dimensioni rilevanti. Secondo le stime elaborate a fronte di un’indagine promossa da Confartigianato e Cna relativamente alla percezione del fenomeno abusivismo nel settore benessere nella nostra provincia il numero delle attività abusive potrebbe aggirarsi intorno al 30 % di quelle regolari, con oltre 300 soggetti che operano in maniera abusiva.

 

Una campagna – ha detto Eleonora D’Angelantonio, Responsabile Benessere Confartigianato Imprese Macerata –  quella lanciata da Confartigianato e Cna, attraverso la quale le due associazioni intendono sensibilizzare i cittadini rispetto a questo fenomeno, tutelare le imprese in regola dei settori interessati, e rinnovare la richiesta di impegno alle Istituzioni, alle Autorità e a tutta l’opinione pubblica, affinché si continui sempre con più forza la lotta nel contrasto dell’abusivismo. Chi svolge un’attività abusiva esercita una forma di concorrenza sleale nei confronti di tante imprese che operano nella legalità, mettendone a rischio la sopravvivenza, con un effetto devastante sulla comunità nel suo complesso in termini di “costi sociali”, ed inoltre espone a rischi chi si avvale dei suoi servizi. Per questo, l’abusivismo nel settore benessere va combattuto, oltre che per motivazioni legate alla tutela della professionalità di chi esercita l’attività, e sostiene costi elevati per l’aggiornamento professionale e per l’adeguamento alle normative vigenti di strumenti e macchinari, anche in favore della tutela della salute dei clienti

 

Agnese Latini, Presidente Regionale delle Estetiste di Confartigianato Imprese si rivolge direttamente agli utenti: Stiamo difendendo gli artigiani ma anche la salute dei clienti che rischiano mettendosi letteralmente nelle mani di improvvisati che tra l’altro neanche fanno risparmiare. Nel mondo del benessere in particolare, esiste un mercato, quello degli abusivi, che non rispetta norme e requisiti che sono alla base della professionalità di acconciatori ed estetiste, quali in primo luogo abilitazioni professionali, e che ricorre all’utilizzo di prodotti professionali NON adeguati e NON rispettosi della salute del consumatore. Dermatiti, micosi, funghi, allergie, prodotti non testati, scaduti o di scarsa qualità; traumi muscolari e danni ai capillari causati da massaggi non professionali o dall’utilizzo scorretto di apparecchiature, ma anche epatite C o AIDS provocati da strumenti non sterilizzati correttamente, sono infatti solo alcuni dei danni che gli abusivi possono causare ai clienti.

 

Oltre al lancio di un’azione di sensibilizzazione nei confronti di cittadini e consumatori con la diffusione di manifesti e locandine in tutto il territorio provinciale, nell’ambito della campagna, Confartigianato e Cna chiederanno incontri con il Prefetto, Guardia di Finanza,  Agenzia delle Entrate, oltre ad incontri con i Comuni più grandi e con i Comuni in cui la categoria ha giudicato più radicato il fenomeno, per illustrare l’impegno che si sono date le due associazioni nell’ottica di un rapporto di  massima collaborazione. Sono stati istituiti anche due indirizzi mail, oltre a fax, per informazioni e segnalazioni: Confartigianato – e-mail abusivismo@macerata.confartigianato.it – fax 0733.366223; Cna – e-mail stopabusivi@mc.cna.it – fax 0733/279527.   Per ulteriori informazioni: www.macerata.confartigianato.it – 0733.366308 – www.mc.cna.it 0733.829096

 

UFFICIO  STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg,1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg,1353412886_Pieghevole_Abusivi.pdf,1353412688_AbusivismoBenessere2012_11_19_12.21.18.jpg

 

Shares