Categorie: HOME PAGE, news,

26 settembre 2012 - La news ha avuto 30 visite
Convegno di Confartigianato "Lo sviluppo della viabilità provinciale", Pettinari: <La bretella Mattei – La Pieve ha priorità assoluta nel quadro delle priorità delle infrastrutture provinciali>

Convegno di Confartigianato "Lo sviluppo della viabilità provinciale", Pettinari: <La bretella Mattei – La Pieve ha priorità assoluta nel quadro delle priorità delle infrastrutture provinciali>

1348647874_ConvegnoViabilita.JPG,1348647874_ConvegnoViabilita.JPG 

Le infrastrutture sono il principale elemento di sviluppo economico e senza di esse un territorio non può e non potrà essere competitivo”. A parlare è il vicepresidente Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata Renzo Leonori, che è intervenuto in apertura del convegno “Lo sviluppo della viabilità provinciale”, organizzato da Confartigianato Imprese Macerata sabato scorso presso l’Hotel Claudiani.

 

Obiettivo dell’incontro, coordinato dal Responsabile Sviluppo e categorie di Confartigianato Giorgio Menichelli, ed al quale hanno preso parte il Presidente Provinciale Antonio Pettinari ed il dirigente dell’Ufficio Tecnico provinciale Alessandro Mecozzi, è stato discutere degli interventi necessari, nel nostro territorio, per migliorare lo stato delle strade provinciali affinché esse siano un mezzo propulsivo per l’economia.

 

“Siamo in una situazione drammatica— ha detto Antonio Pettinari nel corso del suo intervento— abbiamo 38 appalti fermi perché le risorse sono bloccate e in molte emergenze, come quella del ponte sul Fiastra, siamo intervenuti sapendo che per ora non le potremo pagare. Ma anche quando le risorse sono poche non ci si può fermare, si deve continuare a lavorare programmando interventi che siano utili a tutto il territorio”. Nel quadro delle priorità il presidente ha riposizionato tra i primi posti la Mattei-Pieve, nell’ottica di creare l’intervalliva per collegare la vallata del Chienti con quella del Potenza, mettendo in secondo pianoal momento lo svincolo di San Claudio. “La superstrada ha bisogno di essere collegata con la valle del Potenza — ha aggiunto Pettinari — e Macerata non può continuare a sopportare questa situazione, per cui chiunque se potesse eviterebbe di passarci. Serve una strada di scorrimento veloce su cui avevamo già iniziato a lavorare con un accordo di programma del 2009 che, poi, non è andato avanti per le difficoltà economiche del Comune. Noi crediamo ancora in quel progetto, tanto che nell’ultimo bilancio abbiamo stanziato altri 3 milioni di euro e stiamo cercando altre risorse con Regione e Quadrilatero. Da lì poi dovremmo ragionare sullo sbarramento di Montanello che grida vendetta per collegare Macerata a Villa Potenza”. Il Presidente Pettinari ha fatto sapere poi che altri interventi sono in programma con il potenziamento dello svincolo sud a Tolentino e con la realizzazione del viadotto di fronte all’Hotel 77, così come si dovrà intervenire a Civitanova che, con il potenziamento della superstrada, vedrà aumentare il traffico in entrata e in uscita. “Il problema è come il traffico si inserirà nell’attuale viabilità— ha concluso Pettinari — la statale sarà ancora più intasata, quindi che sia un cavalcavia o un’arteria più a sud l’importante sarà programmare qualcosa per tempo”. Entro la prossima settimana poi, come ha confermato Alessandro Mecozzi dirigente dell’ Ufficio tecnico della Provincia, dopo il fallimento della ditta appaltatrice, dovrebbe ripartire il discorso per il ponte sul Chienti a Montecosaro.

1348647874_ConvegnoViabilita.JPG,1348647874_ConvegnoViabilita.JPG

 

Shares