Categorie: HOME PAGE, news,

18 luglio 2012 - La news ha avuto 22 visite
V Conto Energia, le novità del Testo Definitivo

V Conto Energia, le novità del Testo Definitivo

1342604815_AllegatoV_Conto_Energia_10_07_12_V2__1_2.pdf,1342604815_AllegatoV_Conto_Energia_10_07_12_V2__1_2.pdf 

Informiamo che i Ministri dello Sviluppo Economico Corrado Passera, dell’Ambiente Corrado Clini e dell’Agricoltura Mario Catania hanno firmato il decreto ministeriale che definisce i nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica (cd. Quinto Conto Energia).

 

Il decreto ministeriale sarà pubblicato a breve sulla Gazzetta Ufficiale.

 

Il GSE ( Gestore Servizi Energetici) ha inoltre comunicato all’Autorità per l’energia elettrica e il gas l’aggiornamento, a oggi, del costo cumulato annuo per gli incentivi pari a 6 miliardi di euro per 14.300 MW di potenza installata, equivalenti a oltre 400mila impianti fotovoltaici in esercizio.
L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, con propria delibera del 12 luglio, ha poi determinato il raggiungimento del valore annuale di 6 miliardi di euro e ha fissato il 27 agosto quale data di decorrenza delle nuove modalità di incentivazione disciplinate dal decreto 5 luglio 2012.

 

Le modalità di incentivazione disciplinate dal decreto si applicheranno decorsi 45 giorni solari dalla data di pubblicazione della deliberazione della AEEG (L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas)

 

Come noto, durante l’iter di approvazione, il decreto ha subito delle modifiche rispetto alla Bozza iniziale dopo i pareri della Autorità per l’Energia Elettrica e Gas, della Conferenza Unificata tenutasi lo scorso 6 giugno, e di specifiche mozioni Parlamentari e di suggerimenti di Associazioni di categoria, cosi come dichiarato dallo stesso Ministro Passera.

 

Sono state effettuate delle migliorative tra cui:

– Un ampliamento del budget di spesa (700 milioni di euro)

– Modifiche delle procedure per l’iscrizione ai registri;

– L’innalzamento delle soglie di accesso ai registri per tutte le categorie rilevanti. In particolare, per il fotovoltaico, vengono esentati dai registri gli impianti a concentrazione, quelli innovativi e quelli realizzati da Amministrazioni pubbliche, oltre a quelli in sostituzione di amianto fino a 50 KW. Inoltre, sono esentati gli impianti tra 12 e 20 KW che richiedono una tariffa ridotta del 20%;

           

– Un premio per gli impianti fotovoltaici realizzati in sostituzione di coperture in amianto e per quelli con preponderante uso di componenti europei.

 

 

 

 

 

 

In allegato si illustrano le principali novità del suddetto decreto.

1342604815_AllegatoV_Conto_Energia_10_07_12_V2__1_2.pdf,1342604815_AllegatoV_Conto_Energia_10_07_12_V2__1_2.pdf

 

Shares