Categorie: Ambiente, news,

27 giugno 2012 - La news ha avuto 121 visite
Ambiente: con il Decreto Sviluppo sospeso il Sistri fino al 30 giugno 2013!

Ambiente: con il Decreto Sviluppo sospeso il Sistri fino al 30 giugno 2013!

Con il decreto legge sullo sviluppo approvato venerdì 15 giugno è stata prevista la sospensione del SISTRI fino al 30 giugno 2013!

La misura è stata chiesta con forza anche da Confartigianato dopo aver denunciato l’inadeguatezza del sistema proposto.

La sospensione è finalizzata a ridisegnare l’intera architettura del sistema, dopo aver provveduto a svolgere ulteriori verifiche amministrative e funzionali del sistema stesso.

Sono anche sospesi tutti gli effetti delle norme relative al SISTRI, compresi gli obblighi di iscrizione e il pagamento dei contributi per il 2012.

Il provvedimento deve essere ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Rimangono ovviamente in vigore gli obblighi di compilazione dei registri di carico e scarico dei rifiuti con le relative scadenze, cioè entro 10 giorni lavorativi dalla produzione e dallo smaltimento dei rifiuti.

La raccolta e il trasporto dei rifiuti prodotti (che deve sempre essere accompagnata dal formulario di identificazione dei rifiuti) deve avvenire al massimo entro un anno dalla produzione, e comunque al raggiungimento di 30 mc, di cui al massimo 10 mc di rifiuti pericolosi o, in alternativa, ogni 3 mesi indipendentemente dalla quantità prodotta.

In deroga a questi obblighi rimane per le aziende del settore benessere (imprese e lavoratori autonomi esercenti le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio e piercing che producono rifiuti pericolosi a rischio infettivo) la facoltà di adempiere all’obbligo di tenuta dei registri con la conservazione in ordine cronologico del formulario di scarico dei rifiuti, ma solo per i rifiuti pericolosi a rischio infettivo.

Per informazioni:

f.mosca@macerata.confartigianato.it

0733.366612

 

Shares