Categorie: HOME PAGE, Impiantisti, news,

23 maggio 2012 - La news ha avuto 59 visite
PATENTINO FRIGORISTI - prime indicazioni

PATENTINO FRIGORISTI – prime indicazioni

 Sulla G. U. n. 93 del 20 Aprile scorso è stato pubblicato il DPR n. 43 del 23 gennaio 2012 rubricato “ Regolamento recante attuazione del regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra “.
 

Prime indicazioni sulla qualificazione delle imprese e dei lavoratori

 

Registro nazionale delle PERSONE  e delle IMPRESE certificate

Presso il Ministero dell’Ambiente è istituito il Registro Telematico delle persone e delle imprese certificate;  la sua gestione è affidata alle Camere di Commercio dei capoluoghi di regione ( per noi quella di Ancona )  dove è iscritta la sede legale dell’impresa o dove risiede la persona fisica.
Esso è costituito da cinque sezioni:

  • sezione degli organismi di certificazione, di valutazione della conformità e di attestazione;
  • sezione delle persone e delle imprese in possesso di un certificato provvisorio in base all’art. 10;
  • sezione delle persone e delle imprese certificate ai sensi dell’art. 9, c. 1 e 5;
  • sezione delle persone che hanno ottenuto l’attestato in base all’art. 9, c. 3;
  • sezione delle persone che non sono soggette ad obbligo di certificazione in base alle deroghe o esenzioni previste rispettivamente dagli artt. 11 e 12;
  • sezione delle persone e delle imprese che hanno ottenuto la certificazione in un altro Stato membro e che hanno trasmesso copia del proprio certificato ai sensi dell’art. 14.
  • L’avvenuta iscrizione viene pubblicata sul sito web del Ministero dell’Ambiente previo avviso nella G.U..

Tutti i soggetti tenuti all’iscrizione al registro dovranno versare alla CCIAA i diritti di segreteria.
 

 

AL REGISTRO DEVONO ISCRIVERSI LE PERSONE E LE IMPRESE

 

LE PERSONE

A – le persone che svolgono una o più delle seguenti attività su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra:
1)            controllo delle perdite dalle applicazioni contenenti almeno 3 Kg di gas  e dalle applicazioni contenenti almeno 6 Kg di gas dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali;
2)            recupero di gas;
3)            installazione;
4)            manutenzione o riparazione;
B – persone che svolgono una o più delle seguenti attività su impianti fissi di protezione antincendio che contengono gas fluorurati:
1)            controllo delle perdite dalle applicazioni contenenti almeno 3 Kg di gas;
2)            recupero di gas anche per quanto riguarda gli estintori;
3)            installazione;
4)            manutenzione o riparazione
C – persone addette al recupero di gas fluorurati dai commutatori ad alta tensione;
D – persone addette al recupero di solventi  a base di gas fluorurati dalle apparecchiature che li contengono;
E – persone addette al recupero di gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore che rientrano nel campo di applicazione della direttiva 2006/40/CE.

 

Le certificazioni obbligatorie delle persone

 
Le persone che svolgono le attività di cui alle lett. a), b), c) e d)  devono essere in possesso di un certificato rilasciato da un Organismo di Certificazione a seguito del superamento di un esame teorico e pratico. Esso ha una durata di dieci anni.
Le persone che svolgono le attività di cui alle lett. A) e B) possono avvalersi di un certificato provvisorio;   entro sei mesi dal rilascio del certificato provvisorio devono conseguire il certificato di cui sopra.
( Per ottenere il certificato provvisorio, le persone devono  presentare una domanda alla CCIAA di Ancona unitamente alla domanda di iscrizione al Registro, corredata da una dichiarazione sostitutiva  attestante che il richiedente possiede un’esperienza professionale di almeno due anni nelle attività di cui alle lett. A) e B) acquisita prima della data del 5 Maggio 2012 )
Le persone che svolgono l’attività di cui alla lett. E) devono essere in possesso di un attestato rilasciato da un Organismo di Attestazione a seguito del completamento di un corso di formazione ( entro 5 gg lavorativi dal completamento del corso di formazione )
ESENZIONI:
Non è soggetta all’obbligo di certificazione:
–     la persona che svolge operazioni di brasatura o saldatura di parti di un sistema o di parti di un’apparecchiatura  nell’ambito di una delle attività di cui alla lett. A) purché tali operazioni siano svolte sotto la supervisione di una persona in possesso di un certificato che contempla l’attività pertinente;
–     la persona addetta al recupero dei gas fluorurati dalle apparecchiature di cui all’art. 2 del D. Lgs 25/07/2005, n. 151 (Grandi elettrodomestici,Piccoli elettrodomestici,Apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni,Apparecchiature di consumo, Apparecchiature di illuminazione,Strumenti elettrici ed elettronici (ad eccezione degli utensili industriali fissi di grandi dimensioni),Giocattoli e apparecchiature per lo sport e per il tempo libero,Dispositivi medici (ad eccezione di tutti i prodotti impiantati e infettati),Strumenti di monitoraggio e di controllo, Distributori automatici)    la cui carica è inferiore a 3 Kg negli impianti autorizzati a condizione che tale persona sia assunta dall’impresa che detiene l’autorizzazione  e sia in possesso di un attestato di competenza rilasciato dal titolare dell’autorizzazione che certifica il completamento di un corso di formazione sulle competenze e sulle conoscenze minime
DEROGHE TRANSITORIE:
–     L’obbligo di certificazione non si applica per un periodo massimo di due anni alle persone che svolgono le attività di cui alla lett. A ) nell’ambito di un apprendistato finalizzato all’acquisizione della capacità pratiche in vista dell’esame purché l’attività in questione sia svolta sotto la supervisione di una persona in possesso di un certificato che contempla tale attività;
–     L’obbligo di certificazione non si applica per un periodo massimo di un anno alle persone che svolgono le attività di cui alle lett. B),  C ) e D) nell’ambito di un apprendistato finalizzato all’acquisizione della capacità pratiche in vista dell’esame purché l’attività in questione sia svolta sotto la supervisione di una persona in possesso di un certificato che contempla tale attività;
–     L’obbligo di certificazione non si applica per un periodo massimo di un anno alle persone che svolgono l’attività di cui alla lett. E)  iscritta ad un orso di formazione finalizzato al rilascio di un attestato di formazione che contempla l’attività pertinente purché l’attività in questione sia svolta sotto la supervisione di una persona ritenuta adeguatamente qualificata.
 

LE IMPRESE

Le imprese che svolgono le seguenti attività devono iscriversi al Registro entro 60 gg. dalla sua istituzione:
b)      installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati;
c)      installazione, manutenzioni o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti gas fluorurati;
d)    recupero di gas fluorurati dai commutatori ad alta tensione;
e)    recupero di solventi a base di gas fluorurati dalle apparecchiature che li contengono;
f)     recupero di gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore

 

Le certificazioni obbligatorie delle imprese

 
Le imprese possono svolgere le attività di cui alle lett.  a) e b) e prendere in consegna gas fluorurati solo se in possesso del pertinente certificato rilasciato da un Organismo di Certificazione. Tale certificato viene rilasciato all’impresa nel caso in cui quest’ultima si doti di un Piano della Qualità atto a dimostrare il rispetto dei seguenti requisiti:
–     l’impresa impiega personale certificato ( decennale ) per le attività che richiedono una certificazione, in numero sufficiente da coprire il volume di attività previsto;
–     l’impresa è in grado di dimostrare che il personale impiegato nelle attività per cui è richiesta la certificazione ha a disposizione gli strumenti e le procedure necessari per svolgerle.
( Le imprese certificate sono tenute a comunicare all’Organismo di Certificazione che ha rilasciato il certificato ogni variazione in ordine al numero del personale certificato, del volume di attività e di ogni altra variazione che implichi il mutamento delle condizioni per il mantenimento della certificazione dell’impresa )
Le imprese possono avvalersi di un certificato provvisorio; entro sei mesi dal rilascio del certificato provvisorio devono conseguire il certificato di cui sopra.
( Per ottenere il certificato provvisorio, le imprese devono  presentare una domanda alla CCIAA di Ancona unitamente alla domanda di iscrizione al Registro, corredata da una dichiarazione sostitutiva  attestante che l’impresa impiega personale in possesso di un certificato provvisorio o di un certificato – decennale –  per le attività per cui è richiesto il possesso di un certificato )
ATTENZIONE: l’obbligo di certificazione non si applica alle seguenti attività effettuate nel luogo di produzione:

  • fabbricazione e riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamentod’aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati;
  • fabbricazione e riparazione di contenitori o relativi componenti di impianti fissi di protezione antincendio contenenti gas fluorurati.

 
REGISTRO DELL’IMPIANTO
Gli operatori delle applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore, contenenti 3Kg o più di gas fluorurati tengono il REGISTRO DELL’APPARECCHIATURA;
Gli operatori dei sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 Kg o più di gas fluorurati tengono il REGISTRO DEL SISTEMA;
 
 
I M P O R T A N T E:
 
A decorrere dalla data di istituzione del registro tutte le attività sopra riportate non potranno essere svolte da imprese e lavoratori che non risultino iscritti nel REGISTRO medesimo.
Da contatti avuti con la Camera di Commercio di Ancona ( competente ) il REGISTRO NON è ANCORA STATO ISTITUITO .
Sarà nostra premura tenervi puntualmente informati.
 
Per informazioni:
f.meriggi@macerata.confartigianato.it    
0733.366228

 

Shares