Categorie: news,

19 gennaio 2012 - La news ha avuto 22 visite
Nelle Marche la maggiore densità d’imprese in rapporto al numero di abitanti.Macerata è al 6° posto nella graduatoria nazionale.E' quanto emerge da uno studio di Confartigianato Imprese Macerata su dati Infocamere/Movimprese ed ISTAT

Nelle Marche la maggiore densità d’imprese in rapporto al numero di abitanti.Macerata è al 6° posto nella graduatoria nazionale.E’ quanto emerge da uno studio di Confartigianato Imprese Macerata su dati Infocamere/Movimprese ed ISTAT

 

E’ nelle Marche la più alta densità d’imprese d’Italia in rapporto al numero di abitanti: il numero di imprese attive in regione, alla data del 30 settembre 2011, è infatti pari a 10.219 ogni 100.000 abitanti. Subito a ridosso delle Marche in graduatoria troviamo rispettivamente il Molise (10.090 ogni 100.000 ab.), l’Abruzzo (9.945), il Trentino (9.857), la Toscana (9.824). Chiudono la graduatoria il Lazio (8.079), la Calabria (7.881), il Friuli (7.700) e, fanalino di coda, la Sicilia (7.554).

E’ quanto si evince da uno studio di Confartigianato Imprese Macerata che ha incrociato i dati ISTAT più recenti a quelli di Movimprese/Infocamere (III° trimestre 2011),.

Altri dati interessanti emergono da detta elaborazione: la provincia di Macerata si colloca al 6° posto nazionale con circa 12.000 imprese ogni 100.000; le province di Fermo. Ascoli Piceno e Pesaro – Urbino sono tutte tra le prime venti province della graduatoria, guidata dalla provincia di Prato (oltre 13.000 imprese ogni 100.000 abitanti).

Interessante anche il rilievo dell’imprenditorialità artigiana riferita alla distribuzione della popolazione: anche qui, in ambito regionale, le Marche (3.223 imprese artigiane ogni 100.000 abitanti) sono ai vertici della graduatoria, precedute solo dalla Valle d’Aosta (3.269 ogni 100.000). In ambito provinciale invece spiccano i dati relativi alla provincia di Prato che guida nettamente anche questa graduatoria: vi sono infatti ben 4.365 aziende artigiane ogni 100.000 abitanti! Seguono poi le province di Fermo (4.180), di Lucca (3.882). Macerata occupa il 7° posto con un rapporto di 3.471 imprese artigiane ogni 100.000 abitanti.

<< Questi dati confermano – afferma il Presidente Provinciale di Confartigianato Imprese Macerata Comm. Folco Bellabarba –  la vocazione imprenditoriale, artigiana in particolare, della nostra provincia e della nostra regione: il modello “Marche”, tante volte citato in passato, su ciò ha trovato le fondamenta lo sviluppo e la crescita passata del nostro territorio. La crisi che stiamo vivendo in questi anni si è però purtroppo, inevitabilmente, spostata dalla finanza all’economia reale: i segni di ciò stanno anche nella perdita di aziende artigiane che, nella nostra provincia, negli ultimi nove mesi, ha toccato quota 484 imprese, portando ad un decremento del numero di aziende artigiane pari al 4,1%. In nove mesi hanno chiuso i battenti 859 imprese, parzialmente bilanciate dalle 375 nuove aperture. E se i contraccolpi sociali indotti dalla crisi, soprattutto in termini occupazionali, non hanno avuto sul nostro territorio un impatto devastante come avvenuto in altri distretti, ciò è dovuto anche alla relativa tenuta del nostro sistema produttivo, basato soprattutto sulle piccole e medie imprese: quelle che hanno resistito lo hanno fatto salvaguardando soprattutto il proprio capitale umano! E da questi valori dobbiamo ripartire: la ripresa sarà lunga, costellata ancora da pericoli noti e meno noti, ma è da questo tessuto socio economico che dobbiamo ripartire, facendo tutti sacrifici, rinunciando alcuni ad anacronistici ed immorali privilegi, cercando di fare della coesione sociale (un valore, questo, innato nel piccolo imprenditore artigiano)  il punto da cui ripartire per ritornare sulla giusta strada. Ciò lo dobbiamo a tutti noi, ma soprattutto ai nostri giovani, cui dobbiamo innanzitutto ridare la fiducia: il futuro è il loro,  sta a noi però definire quale esso sia!

 

 

                                                                                      UFFICIO     STAMPA

                                                                CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

Shares