Categorie: Ambiente, news,

9 gennaio 2012 - La news ha avuto 105 visite
Ambiente - Ultime novità SISTRI e "MUD"

Ambiente – Ultime novità SISTRI e “MUD”

SISTRI – proroga

Il decreto “milleproroghe” prevede l’ennesimo rinvio dei termini per l’operatività del SISTRI dal 9 febbraio 2012 al 2 aprile 2012.

I soggetti coinvolti in tale proroga sono: i produttori di rifiuti speciali con oltre 10 dipendenti; le imprese di trasporto di rifiuti; gli impianti di recupero/smaltimento.

Immutato l’inizio della operatività per i produttori di rifiuti speciali pericolosi con meno di 10 dipendenti: non prima del 1° giugno 2012.

SISTRI – azione di risarcimento – IMPORTANTE!

È stata avviata una iniziativa finalizzata a far partire una serie di cause di risarcimento sul SISTRI nei confronti del Ministero dell’Ambiente:

– per rimborso di quanto pagato (per i diritti di iscrizione SISTRI e black box, per l’adeguamento dei sistemi aziendali al SISTRI, per la formazione del personale, per l’interoperabilità..);

– per risarcimento danni;

– per “cattiva regolamentazione”.

Le procedure operative saranno individuate specificamente per la metà del mese di gennaio e solo allora si potranno formalmente inviare le domande di risarcimento. Da subito, invece, le aziende interessate possono inviare a Confartigianato Imprese Macerata la loro manifestazione di interesse.

Il costo minimo per poter essere assistiti dallo studio legale che seguirà la pratica è di 100 € (per un importo di cui si chiede il rimborso di 1100 €, che è il valore più basso del tariffario).

“MUD” – proroga

Il decreto ministeriale 12 novembre 2011 (pubblicato il 23 dicembre 2011) stabilisce che la dichiarazione SISTRI (ex MUD) relativa ai rifiuti prodotti/smaltiti nel corso del 2011 sia presentata entro il 30 aprile 2012.

Per i rifiuti prodotti/smaltiti nel corso del 2012, la dichiarazione dovrà essere presentata entro 6 mesi dall’inizio dell’operatività SISTRI.

Devono presentare la dichiarazione SISTRI (ex MUD):

– le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento rifiuti

– le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi (tranne gli imprenditori agricoli con volume d’affari non superiore a 8.000 euro)

 – le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’art. 184, comma 3, lett. c) d) e g) del D.Lgs. 152/2006 (e cioè rifiuti da lavorazioni artigianali, industriali, di recupero/smaltimento di rifiuti) con più di 10 dipendenti

Come presentare la dichiarazione SISTRI (ex MUD):

– compilando in via telematica gli appositi modelli, che saranno pubblicati sul portale www.sistri.it

oppure

– compilando e trasmettendo alla CCIAA territorialmente competente, previo pagamento del diritto di segreteria e con le stesse modalità utilizzate per la presentazione del MUD dello scorso anno, le schede riportate nel DPCM 27 aprile 2010.

Per informazioni:

f.mosca@macerata.confartigianato.it

0733.366612

 

Shares