Categorie: ANAP pensionati, HOME PAGE, news,

29 marzo 2011 - La news ha avuto 30 visite
Giornata di prevenzione dell’Alzheimer - SABATO 2 APRILE Centro Commerciale VALdiCHIENTI - Macerata

Giornata di prevenzione dell’Alzheimer – SABATO 2 APRILE Centro Commerciale VALdiCHIENTI – Macerata

  

L’iniziativa è inserita all’interno della campagna "Ricordati di ricordare, senza ricordi non hai futuro". In tutte le principali piazze d’Italia verranno allestiti dei gazebo informativi sulle problematiche legate alla malattia responsabile del 70% delle demenze senili e dove:

–          personale specializzato somministrerà dei minimental test per predire l’insorgere dei primi sintomi dell’Alzheimer;

–          sarà possibile effettuare dei colloqui individuali per conoscere la malattia e per consigli utili ai familiari.

Nel nostro territorio, in collaborazione con l’AFAM ( Associazione Familiari Alzheimer Macerata ) e la Croce Rossa Italiana, la nostra Associazione Pensionati sarà presente, con un gazebo, a MACERATA presso il Centro Commerciale VALdiCHIENTI dalle ore 8,30 alle ore 19,00.

Il  morbo di Alzheimer  è un processo, degenerativo ed incurabile, che distrugge progressivamente le cellule cerebrali, rendendo a poco a poco l’individuo che ne è affetto incapace di una vita normale.

All’inizio i sintomi – qualche difficoltà a ricordare e la perdita delle capacità intellettive – possono essere così lievi da passare inosservati, sia all’interessato che ai familiari ed agli amici. Ma, col progredire della malattia essi diventano sempre più evidenti,  cominciando ad interferire con le attività di tutti i giorni e con le relazioni sociali. Le difficoltà pratiche nelle più comuni attività quotidiane, come quella di vestirsi, lavarsi o andare alla toilette, diventano a poco a poco così gravi da determinare, col tempo, la completa dipendenza dagli altri. La malattia di Alzheimer non è né infettiva né contagiosa; essa colpisce sia persone al di sotto dei 65 anni di età che persone al di sopra dei 65 anni. Di conseguenza, oggi, ci si riferisce spesso alla malattia come a una demenza di Alzheimer, specificando, eventualmente, "ad esordio precoce".


L’Anap, fortemente impegnata sul fronte della prevenzione dell’Alzheimer  ha finanziato tre dottorati di ricerca presso il dipartimento di Scienze dell’invecchiamento dell’Università "La Sapienza" di Roma dove vengono formati i caregiver interni alle famiglie, e dove si elaborano e analizzano i dati raccolti al fine di identificare i soggetti a rischio attraverso l’intervento di geriatri grazie anche ad uno screening mirato a rallentare l’insorgenza della malattia.

 

 

 

 

Shares