Categorie: Eventi, news,

23 febbraio 2011 - La news ha avuto 43 visite
CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA : LA QUALITA’ DELL’ARIA E’ UNA PRIORITA’ MA VA PERSEGUITA CON PROVVEDIMENTI EQUI ED EFFICACI

CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA : LA QUALITA’ DELL’ARIA E’ UNA PRIORITA’ MA VA PERSEGUITA CON PROVVEDIMENTI EQUI ED EFFICACI

 

 

E’ trascorso circa un mese dall’entrata in vigore dei provvedimenti di limitazione del traffico dei veicoli diesel pre-euro, euro 1, ed euro 2 senza filtro antiparticolato e, purtroppo, tutte le nostre perplessità manifestate sin dal primo giorno stanno trovando conferma.

Le centraline registrano persistenti "sforamenti" con valori persino più alti dei picchi registrati prima dell’attuazione dei provvedimenti restrittivi della circolazione stradale.

Oggi è chiaro a tutti (a noi lo era anche ieri!) che il fenomeno delle polveri sottili non è riconducibile solo alle auto diesel oggetto della limitazione che, nella nostra Provincia, rappresentano circa l’8% dei veicoli circolanti, ed è altrettanto chiaro che per la sua tipologia il problema deve essere affrontato con azioni concertate tra tutti i comuni ( anche con quelli che pensano di essere al sicuro soltanto perché non hanno le centraline a misurare in maniera sistematica la qualità dell’aria ) insieme alle forze socio-economiche del territorio.

Ora tutti si stanno rendendo conto dell’inefficacia di questa iniziativa, il cui unico risultato visibile sembra esser solo il pesante disagio creato alla popolazione più debole ed alle imprese che erogano servizi alla città: proprio alla luce di ciò ritorniamo nuovamente a sollecitare le Amministrazioni comunali, in attuazione anche della recente delibera della Giunta regionale n. 131 del 7/2/2011 che ha recepito le nostre osservazioni concertate con le altre associazioni artigiane di categoria, a concedere, almeno, deroghe per i mezzi delle imprese artigiane che erogano servizi alla città.

A nostro avviso il fenomeno di elevati livelli di PM10 nell’aria e più in generale dell’inquinamento atmosferico esiste diffusamente e non può certamente esser ignorato visto che è documentatamene vettore di danni seri alla salute umana: esso pertanto va fronteggiato e , se non debellato, almeno circoscritto, ma non è possibile pensare di affrontarlo con provvedimenti estemporanei, parziali, di scarsa o nulla efficacia che oltre a non risolvere la questione determinano disagi ai cittadini e danni all’economia locale.

Riteniamo che le Amministrazione comunali, a tutela della salute dei propri cittadini, debbano affrontare la tematica dell’inquinamento atmosferico con un approccio globale e unitario (magari coordinate dell’Ente Provincia) anche attraverso un confronto con tutte le parti sociali in causa, con interventi plurisettoriali su tematiche quali la viabilità, la fluidificazione del traffico evitandone la stagnazione,  i parcheggi, il trasporto urbano, gli orari degli uffici pubblici,  un maggior controllo dei veicoli circolanti, il riscaldamento degli edifici pubblici e privati.

Confartigianato Imprese Macerata si rende totalmente disponibile per un confronto serio sull’argomento al fine di contribuire all’adozione di provvedimenti equi ed efficaci.

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

Shares