Categorie: Credito, news,

9 febbraio 2011 - La news ha avuto 164 visite
Moratoria sui debiti alle PMI: lo stato dell'arte

Moratoria sui debiti alle PMI: lo stato dell’arte

 

 

Lunedì 31 gennaio si è svolto a Roma il secondo incontro del Tavolo tecnico presso il Ministero dell’Economia, alla presenza di Rete Imprese Italia, Confindustria, Abi e altre rappresentanze di impresa, con l’obbiettivo di trovare un nuovo accordo idoneo a dar seguito all’Avviso Comune siglato nell’agosto del 2009.

Per opinione condivisa, infatti, la definitiva conclusione dell’Avviso Comune avrebbe potuto comportare serie difficoltà per molte imprese ancora alle prese con una ripresa debole del ciclo economico e con il persistere di problemi di liquidità.

L’accordo di massima è stato raggiunto e il testo definitivo dovrà essere messo a punto dal MEF, verosimilmente intorno alla metà di febbraio.

L’accordo poggia su quattro pilastri:

–           la proroga di sei mesi, fino al 31 luglio 2011, della moratoria dei debiti per tutte quelle imprese che non ne hanno ancora beneficiato (stando ai dati al 31 ottobre 2010, la moratoria ha consentito di sospendere i debiti di 180.000 piccole e medie imprese, per un controvalore di finanziamenti pari a 54 miliardi di euro);

–            l’allungamento delle rate di debito residuo fino a tre anni, per quelle imprese che hanno già usufruito della moratoria;

–           la messa a disposizione, per le imprese che lo richiederanno, di strumenti finanziari per il contenimento del rischio di tasso;

–           il sostegno alle esigenze di patrimonializzazione delle imprese.

Questi elementi saranno tradotti in un testo che dovrà essere sottoscritto, come fu per la prima "moratoria", dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, dall’ABI e dalle parti imprenditoriali. Tale testo sarà presumibilmente pronto per la metà di febbraio. Sarà nostra cura aggiornarvi al più presto sull’evoluzione della vicenda.

 

Shares