Categorie: Edilizia, HOME PAGE, news,

26 gennaio 2011 - La news ha avuto 81 visite
Piano casa 2: le modifiche alla Legge Regionale

Piano casa 2: le modifiche alla Legge Regionale

  

Con la Legge Regionale 21.12.2010 n. 19 pubblicata sul BUR il 30.12.2010, sono state apportate alcune importanti modifiche alla Legge Regionale 8.10.2009 n. 22, più nota come Legge Regionale sul Piano Casa.

 Le principali  modifiche che accolgono in gran parte le osservazioni e le istanze avanzate dalla Confarigianato sono:

  • 1. è stato eliminato l’incremento massimo all’aumento della volumetria per gli edifici residenziali, precedentemente previsto nella misura di metri cubi 200 rispetto alla volumetria esistente (Art.1); resta quindi solo il limite del 20% per edificio o per ogni singola unità immobiliare;
  • 2. è stata prevista l’applicazione – relativamente a diverse misure – della premialità per il raggiungimento dello scaglione di punteggio 2 del Protocollo Itaca Marche ( Art. 3);
  • 3. è previsto il recupero dei sottotetti, anche per quelli ubicati nei centri storici, con la possibilità di aprire finestre, realizzare abbaini ed installare lucernai al fine di reperire la superficie minima di aeroilluminazione (Art. 2);
  • 4. è consentito – compatibilmente con quanto previsto degli strumenti urbanistici – il cambio di destinazione d’uso delle zone artigianali, commerciali e industriali, non più utilizzate prima del 1° gennaio 2007 ( art. 3 co.4);
  • 5. è stata fissata la scadenza di applicazione del "Piano Casa" così aggiornato al 30 giugno 2012.

 

Maggiori informazioni, tabelle comparative, schemi di applicazione, possono essere richieste  a Pacifico Berrè 0733366801 p.berre@macerata.confartigianato.it

 

Shares