Categorie: Alimentare, news,

1 dicembre 2010 - La news ha avuto 89 visite
Obblighi a carico dei titolari e gestori di locali di somministrazione bevande alcoliche

Obblighi a carico dei titolari e gestori di locali di somministrazione bevande alcoliche

1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf,1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf,1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf 

 

Vi informiamo che a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice della strada (Legge 29 Luglio 2010 n. 120) è scattato a partire dal 13 Novembre u. s. l’obbligo a carico di tutti i titolari e gestori di locali in cui vengono somministrate bevande alcoliche oltre la mezzanotte, compresi anche i circoli privati, di esporre negli stessi locali le tabelle alcolemiche (in allegato alla presente) e di disporre di apparecchi idonei alla rilevazione del tasso alcolemico da far utilizzare volontariamente dai propri clienti.

Secondo l’art. 54 comma 2-quater della sopra citata Legge "I titolari e i gestori dei locali di cui al comma 2, che proseguano la propria attività oltre le ore 24, devono avere presso almeno un’uscita del locale un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, di tipo precursore chimico o elettronico,a disposizione dei clienti che desiderino verificare il proprio stato di idoneità alla guida dopo l’assunzione di alcool. Devono altresì esporre all’entrata, all’interno e all’uscita dei locali apposite tabelle che riproducano:

a)         la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell’aria alveolare espirata;

b)         le quantità, espresse in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stato di ebbrezza, pari a 0,5 grammi per litro, da determinare anche sulla base del peso corporeo".

In base al comma 2 dell’art. 54 sono obbligati al rispetto dell’obbligo:

"i titolari e i gestori degli esercizi muniti della licenza prevista dai commi primo e secondo dell’articolo 86 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni (Legge di Pubblica Sicurezza), ivi compresi gli esercizi ove si svolgono, con qualsiasi modalità, spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti, nonché chiunque somministra bevande alcoliche o superalcoliche in spazi o aree pubblici ovvero nei circoli gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni,…(omissis)…"

Sottolineiamo pertanto che con il nuovo codice della strada viene esteso un obbligo che l’art.6 del Decreto legge 3 Agosto 2007 n. 117 convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1 della legge 2 del ottobre 2007, n. 160 aveva previsto esclusivamente per i titolari e i gestori dei locali ove si svolgono, con qualsiasi modalità e in qualsiasi orario, spettacoli o altre forme di intrattenimento congiuntamente alla vendita e somministrazione di bevande alcoliche. (vedi ns. circolare del 23 settembre 2008 n. 1068).

La vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche è vietata a  partire dalle ore 3 e non può essere ripresa nelle tre ore successive, salvo che sia diversamente disposto dal questore in considerazione di particolari esigenze di sicurezza.

Nel Decreto in oggetto è fatto divieto ai titolari e i gestori degli esercizi di vicinato,ovvero quelli aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. nei comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti e a 250mq. nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti, di effettuare la vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 24 alle ore 6, salvo che sia diversamente disposto dal questore in considerazione di particolari esigenze di sicurezza.

E’ consentito ai titolari ed ai gestori di stabilimenti balneari muniti della licenza di P. S. di svolgere nelle ore pomeridiane,non prima delle ore 17 e non oltre le ore 20, particolari forme di intrattenimento e svago danzante,congiuntamente alla somministrazione di bevande alcoliche, in tutti i giorni della settimana, nel rispetto della normativa vigente in materia e, ove adottati, dei regolamenti e delle ordinanze comunali.

Viene fatta eccezione per le  autorizzazioni già rilasciate per lo svolgimento delle forme di intrattenimento e svago nelle ore serali e notturne.

Evidenziamo inoltre che è prevista per il mancato rispetto dei divieti di vendita e somministrazione negli orari sopra contemplati una sanzione amministrativa comportante il pagamento di una somma da euro 5.000 a euro 20.000. Nel caso in cui vengano contestate nel corso del biennio, due distinte violazioni degli orari consentiti e’ disposta la sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività ovvero dell’esercizio dell’attività medesima per un periodo da sette fino a trenta giorni, secondo la valutazione dell’autorità competente.

Mentre l’inadempimento dell’obbligo di esporre le tabelle alcolemiche e di disporre di apparecchi idonei alla rilevazione del tasso alcolemico comporta la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 300 a euro 1.200.

Vi informiamo infine che stiamo valutando la possibilità di stipulare una convenzione con aziende produttrici di attrezzature per la rilevazione del tasso alcolemico, di cui vi daremo eventualmente tempestiva comunicazione.

 

Per informazioni:

f.meriggi@macerata.confartigianato.it    

0733.366228

1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf,1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf,1291191115_Tabella20stima20bevande20alcooliche.pdf,1291191094_Tabella20sintomi20concentrazione20alcoolica.pdf

 

Shares