Categorie: Export, Moda, news,

25 ottobre 2010 - La news ha avuto 49 visite
"MADE IN" PER MERCI EXTRA U.E. L’Europarlamento approva a larghissima maggioranza la proposta di Regolamento sul "made in"

"MADE IN" PER MERCI EXTRA U.E. L’Europarlamento approva a larghissima maggioranza la proposta di Regolamento sul "made in"

1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg 

 

Dopo cinque anni di battaglie ufficiali ed ufficiose oltrechè di veti incrociati, il regolamento sull’indicazione del Paese d’origine di taluni prodotti importati da paesi terzi sembra avviarsi a grandi passi verso la sua approvazione definitiva. La proposta di regolamento approvata riguarda in particolare i manufatti che entrano nel territorio europeo nei settori calzaturiero, tessile, ceramiche oreficeria, oggetti in legno ed in vetro e riconosce altresì l’applicabilità non solo ai prodotti finiti ma anche ai semi – lavorati. Ora non resta che attendere la sua entrata in vigore, che avverrà dopo l’approvazione da parte del Consiglio: non sarà questa un’operazione facile, stante le resistenze che verranno frapposte da alcuni Paesi tradizionalmente importatori (capofila di questo schieramento saranno probabilmente Svezia, Olanda ed Austria), ma la valenza politica dell’atto dell’Europarlamento che si è espresso con 525 voti a favore, 44 astenuti e solo 49 contrari avrà sicuramente il suo peso.

Oggi – commenta Giuseppe Mazzarella, Presidente Nazionale Confartigianato "Moda" – è stata segnata una tappa importante per la battaglia di Confartigianato. Finalmente, anche a livello europeo sta crescendo la consapevolezza che la qualità dei prodotti manifatturieri non si difende a parole ma con atti concreti ed efficaci. Un risultato importante per le nostre imprese; un risultato che premia anche l’impegno di Confartigianato che ha, tra l’altro, ottenuto l’inclusione nella norma anche dei prodotti semi – lavorati (e su questo terreno alcune associazioni di categoria hanno sicuramente  remato contro); un risultato, infine, che garantisce i consumatori che finalmente potranno avere conoscenza certa sulla provenienza  delle merci e quindi potranno  consapevolmente decidere cosa acquistare .

Un ringraziamento – conclude Mazzarella – per una volta, alla tanto bistrattata nostra classe politica: un caso, questo, emblematico di come essa dovrebbe sempre comportarsi. Per una volta i nostri europarlamentari hanno dimostrato che uniti, al di là delle divisioni imposte dal gioco degli schieramenti, si può fare realmente il bene del Paese .

                                                                                      UFFICIO     STAMPA

                                                                 CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg,1288018084_MADE_IN_ITALY_300X204.jpg

 

Shares