Categorie: Lavoro, news,

22 settembre 2010 - La news ha avuto 149 visite
PROTOCOLLO DI INTESA SULLA INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA, ANTIRAPINA ED ANTIFURTO NEI LUOGHI DI LAVORO

PROTOCOLLO DI INTESA SULLA INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA, ANTIRAPINA ED ANTIFURTO NEI LUOGHI DI LAVORO

 

 

Il 3 agosto 2010 è stato sottoscritto presso la Direzione Provinciale del Lavoro (D.P.L.) di Macerata un protocollo con tutte le Parti Sociali datoriali e dei lavoratori  in materia di videosorveglianza nei luoghi di lavoro.

Nel pieno rispetto dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori (Legge n. 300/70) in tema di utilizzo di tecnologie ed impianti audiovisivi sui luoghi di lavoro, si è voluto rendere più snello l’iter per le imprese ai fini dell’ottenimento delle relative autorizzazioni.

Il protocollo prevede la costituzione di un Comitato Tecnico per la videosorveglianza composta da

  • D.P.L.
  • Organizzazioni datoriali: Confartigianato Imprese, C.N.A., C.A.S.A. Artigiani,Confindustria, CONFCOMMERCIO, Confesercenti, Lega Cooperative
  • Organizzazioni lavoratori: CGIL, CISL,UIL e UGL

Il Comitato Tecnico provvederà alla  valutazione delle richieste ed al rilascio delle autorizzazioni per quelle aziende che vogliano ricorrere a questa nuova procedura.

Resta ferma la possibilità per l’azienda di percorrere il normale iter istituzionale inviando la richiesta direttamente alla D.P.L. In questo caso il Direttore potrà avvalersi per le attività istruttorie oltre che all’intervento ispettivo in azienda da parte di Ispettore del Lavoro, del vaglio del Comitato Tecnico.

Sono state predisposte due diverse istanze.

Il protocollo ha efficacia, su base volontaria, per le imprese associate alle Associazioni di categoria firmatarie e che applicano i Contratti Collettivi Nazionali, territoriali e aziendali sottoscritti dalle organizzazioni datoriali e sindacali maggiormente rappresentative.

Sono previsti degli impegni da parte delle imprese che vogliano adottare i sistemi di videosorveglianza  previsti dalle leggi, note ministeriali ed interpelli.

Tra questi:

  • obbligo di informare i dipendenti e clienti con appositi cartelli da appendere dentro e fuori dell’azienda
  • obbligo di nomina dell’incaricato alla videosorveglianza
  • istallazione di video camere in modo tale che l’angolo di ripresa inquadri solo le parti a rischio di rapina e sempre nel rispetto della privacy
  • la ripresa dei lavoratori deve essere occasionale
  • le registrazioni potranno essere programmate fino ad un massimo di 24 ore e visionate solo in presenza dell’incaricato della videosorveglianza e solo in casi di fatti delittuosi e messi a disposizione delle Autorità competenti.

IMPORTANTE !!!!

Le Parti firmatarie del protocollo  hanno previsto che le Aziende che non abbiano già adempiuto a questi obblighi, possano farlo inviando le istanze al Comitato Tecnico entro il 31 ottobre 2010.

La D.P.L.di Macerata a tal fine si è impegnata a avviare tre incontri informativi per le aziende dei vari settori economici entro il 15 ottobre 2010.

 

Per informazioni:

Cinzia Marincioni

Responsabile Area Lavoro e Contrattazione

Confartigianato Imprese Macerata

Tel. 0733 366412 Fax 0733 366244

 

Shares