Categorie: news,

15 settembre 2009 - La news ha avuto 32 visite
Contenzioso con S.C.F. (Società Consortile Fonografici): aggiornamenti e fac -simile lettera

Contenzioso con S.C.F. (Società Consortile Fonografici): aggiornamenti e fac -simile lettera

 

Informiamo le imprese associate che la S.C.F, Società Consortile Fonografici, è stata citata presso il Tribunale Civile di Milano nel luglio scorso e la prima udienza è stata fissata per il 15 gennaio 2010.

Ricordiamo che con la citazione suddetta, Confartigianato, coadiuvata da alcune imprese, ha sostenuto di fronte al Giudice la non applicabilità alle imprese artigiane di due articoli della legge n. 633/1941 sul diritto d’autore, per mancanza dei presupposti di legge, richiedendo al contempo di dichiarare non dovute da parte di S.C.F. le richieste di pagamento del compenso per diffusione di musica d’ambiente.

Ricordiamo poi che altre imprese, laddove lo ritengano opportuno, potranno intervenire in giudizio, al momento della prima udienza, e relativamente a questo invieremo, in prossimità dell’udienza, specifica comunicazione in proposito con indicate le modalità di intervento.

Nel frattempo, poiché SCF continua ad inviare solleciti di pagamento alle imprese, Confartigianato ha predisposto una bozza di lettera di risposta, presente qui di seguito, che le imprese stesse possono inviare in riscontro ad SCF.

Ricordiamo anche che, sempre sulla medesima questione, è pendente presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, un ricorso promosso dalla nostra Organizzazione avverso la stessa SCF, per accertare la eventuale violazione della legge n. 287/90 sulle Norme per la tutela della concorrenza e del mercato, attualmente in fase istruttoria presso l’AGCM.

 

Per informazioni:

0733.3661

Bozza Lettera di risposta a SCF

Spett. SCF – Consorzio Fonografici
Via Leone XIII, 14
20145 Milano

OGGETTO: Riscontro vostro sollecito di pagamento

Con riferimento al Vostro sollecito di pagamento di cui alla Vostra del XX xxxxxx XXXX, siamo con la presente a contestarVi in fatto ed in diritto la Vostra richiesta.

Come Vi è noto, infatti, è attualmente pendente, presso il Tribunale Civile di Milano, giudizio promosso dalla Confartigianato + altri, teso ad accertare la Vostra legittimazione a riscuotere i diritti per l’utilizzo di musica negli esercizi commerciali, notificato il 17 luglio 2009 e successivamente iscritto a ruolo (N.R.G. 58524/09), nel quale ci riserviamo di intervenire ad adiuvandum.

Riteniamo infatti da un lato la vostra carenza di legittimazione ad escutere gli importi di cui in oggetto, dall’altro che la nostra impresa non sia tenuta al pagamento degli stessi, in quanto non rientrante nelle ipotesi definite dalla legge.

Vi diffidiamo, pertanto, dall’intraprendere qualsiasi azione di recupero crediti che considereremo temeraria e, come tale, sanzionabile alla luce della normativa vigente.

 

Tanto Vi dovevamo.

Cordiali saluti.

Il Rappresentante legale dell’impresa

 

 

 

 

 

 

Shares