Categorie: Benessere, HOME PAGE, news,

3 agosto 2009 - La news ha avuto 134 visite
LAMPADE ABBRONZANTI: LE INDICAZIONI DI CONFARTIGIANATO ESTETICA

LAMPADE ABBRONZANTI: LE INDICAZIONI DI CONFARTIGIANATO ESTETICA

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha elevato il livello di pericolosità dei raggi ultravioletti delle lampade abbronzanti scatenando non poche polemiche tra gli imprenditori del settore, i clienti dei centri estetici e la stessa comunità scientifica.Se l’equipe di ricercatori dell’Agenzia per la ricerca sul cancro dell’Oms ha classificato come “cancerogeni” i raggi UV, che dal 1992 venivano considerati “probabilmente cancerogeni”, altre ricerche dimostrano che non sono i raggi stessi a mettere in pericolo la pelle, ma l’uso sbagliato, prolungato e inopportuno che se ne fa.

Una tesi che contrasta con la decisione dell’Oms di innalzare il livello di rischio e che coincide, invece, con le iniziative adottate già da tempo dai centri estetici di Confartigianato Imprese.

Confartigianato Estetica ha fornito tutte le opportune indicazioni agli imprenditori associati, oltre ad una serie di consigli per la clientela, per un’abbronzatura che non metta a repentaglio la salute degli utenti dei centri estetici – dice  Agnese Latini, Presidente Regionale di Confartigianato Estetica – Chi si vuole sottoporre ad un trattamento abbronzante deve definire un programma con l’estetista, seguendone le indicazioni sulle modalità e l’intensità del trattamento, tracciando un percorso che sia in linea con la sensibilità della pelle e sottolineando le precauzioni da prendere prima di iniziare il trattamento. Ribadiamo, pertanto, l’inopportunità di rivolgersi a centri che dispongono dell’apparecchiatura (palestre, alberghi ecc.) e che ne autorizzano l’utilizzo "self service.

Confartigianato Estetica ha già redatto un decalogo da inviare a tutti i centri associati, rivolto alla clientela, e soprattutto  ai più giovani, “che spesso abusano selvaggiamente dei trattamenti estetici”, oltre ad una serie di indicazioni per le estetiste, professioniste con esperienza, in grado di individuare le criticità della pelle di ogni persona che si rivolge ai centri estetici e di consigliare il trattamento migliore per la propria tipologia di pelle. Nel decalogo delle estetiste associate a Confartigianato, inoltre, è già presente il divieto di eseguire i trattamenti abbronzanti per i minorenni, regola adottata in Europa soltanto dalla Germania e che anticipa le volontà del Governo italiano.

Il Ministero sta studiando delle linee guida sulle lampade abbronzanti, intanto guardo con assoluto favore l’iniziativa di autoregolamentazione di Confartigianato Estetica, che già vieta il solarium ai minorenni.

Le parole sono del Sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che annuncia che presto anche il Ministero approverà una normativa in linea con i principi espressi da Confartigianato Estetica nel proprio codice di autoregolamentazione a tutela della salute dei propri clienti.

Per informazioni:
e.dangelantonio@macerata.confartigianato.it
0733.366308

 

Shares