Categorie: Credito, Eventi, news,

4 febbraio 2009 - La news ha avuto 66 visite
Credito:pubblicato il nuovo bando per le attività di commercio

Credito:pubblicato il nuovo bando per le attività di commercio

INTERVENTI FINANZIARI PER IL COMMERCIO

BENEFICIARI
Piccole Imprese, singole o associate, del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande operanti all’ interno dei centri storici, individuati dai comuni nel P.R.G. come zona “A”, nonché delle aree pedonali o delle zone a traffico limitato, individuate ai sensi del D.lgs. n. 285/92 e successive modificazioni, comprese quelle limitate a periodi dell’anno (con un minimo di 90 giornate annue); (Capo 1).

Piccole Imprese, singole o associate, del commercio al dettaglio del settore alimentare e della somministrazione di alimenti e bevande, che operano all’interno delle aree urbane e rurali, non ricomprese nei centri storici, nelle aree pedonalizzate o a traffico limitato (anche imprese artigiane in possesso di licenza di commercio al minuto) (Capo 2).

SPESE AMMISSIBILI
Costruzione, acquisto, ristrutturazione, manut. straordinaria, nonché ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività comm. e al deposito delle merci; attrezzature fisse e mobili; arredi; la spesa ammissibile, al netto di IVA, non può essere inferiore a € 20.000,00 per il Capo 1 a € 30.000,00 per il Capo 2 e superiore a € 160.000,00 per entrambi i Capi.
Sono ammissibili i progetti da realizzare (termine massimo 6 mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria); sono ammesse le spese a partire dal 02/02/2008.

CONTRIBUTO
Non superiore al 20% e non inferiore al 15%.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:
Domanda su carta legale da inviare alla Regione Marche dal 02/02/2009 scadenza 02/03/2009.
Alla domanda vanno allegati:
a) copie dei preventivi dei lavori da eseguire firmati (nel caso di ristrutturazione copia della concessione edilizia o della DIA) e/o copia delle fatture dei lavori già eseguiti;
b) relazione sull’attività dell’azienda e sull’intervento proposto:
c) attestato in carta libera del comune dal quale risulti che l’esercizio ricade nel centro storico;
d) dichiarazione sostitutiva di atto notorio dal quale risulti che l’impresa nell’ultimo triennio non ha percepito contributi pubblici;
e) dichiarazione sostitutiva di atto notorio circa la conformità alla regola “de minimis”.

PRIORITÀ

(CAPO 1)
Esercizi commerciali, gestiti in forma singola o associata, ubicati nei centri storici, aree pedonali o zone a traffico limitato, che siano attivi da più di 3 anni alla data di presentazione della domanda; (ristrutturazione, manutenzione straordinaria, ampliamento locali, attrezzature fisse e mobili, arredamenti) costruzione, acquisto locali (punti 7)
Nuovi esercizi commerciali o esercizi commerciali trasferiti delle zone periferiche nel centro storico (ristrutturazione, manut. straordinaria, ampliamento locali, attrezzature fisse e mobili, arredamenti) costruzione, acquisto locali (punti 4)
Esercizi commerciali i cui titolari abbiano un’età compresa tra i 18 e i 40 anni; (punti 2)
Esercizi comm. i cui titolari siano organizzati in forma di ditta ind. o soc. di persone con un numero di soci non < a 3; (punti 1)
Servizi polifunzionali (punti 5)
Esercizi commerciali nei quali sono stati eseguiti lavori e acquisti, regolarmente fatturati nella misura pari o superiore al 70% dell’investimento preventivato; (punti 3)
Esercizi commerciali nei quali sono stati completati i lavori e gli acquisti, regolarmente fatturati al 100% (punti 6)
Esercizi commerciali che nell’ultimo triennio non hanno percepito contributi pubblici (punti 5)
Esercizi commerciali nei quali il titolare (se ditta individuale) o legale rappresentante (se società) è donna (punti 3)

 

(CAPO 2)
Piccole imprese, singole o associate, del commercio al dettaglio dei prodotti alimentari e della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
ristrutturazione, manutenzione straordinaria, ampliamento locali, attrezzature fisse e mobili, arredamenti) costruzione, acquisto di locali (punti 7)
Esercizi commerciali i cui titolari abbiano un’ età compresa tra i 18 e i 40 anni; (punti 2)
Esercizi comm. i cui titolari siano organizzati in forma di ditta ind.le o soc. di persone con un numero di soci < a 3; (punti 1)
Servizi polifunzionali (punti 5)
Esercizi commerciali nei quali sono stati eseguiti lavori e acquisti, regolarmente fatturati, nella misura pari o superiore al 70% dell’investimento preventivato. (punti 3)
Esercizi commerciali nei quali sonati completati i lavori e gli acquisti, regolarmente fatturati al 100% (punti 6)
Esercizi commerciali che nell’ultimo triennio non hanno percepito contributi pubblici (punti 5)
Esercizi commerciali nei quali il titolare (se ditta individuale) o legale rappresentante (se società) è donna (punti 3)

NOTE
A parità di punteggio le domande saranno valutate con le seguenti priorità:

 

· rapporto più alto tra l’entità dell’investimento ammissibile ed il numero degli abitanti del Comune sede dell’esercizio oggetto del contributo;
· ordine cronologico di presentazione della domanda.

 

Per informazioni:

Cooperativa di Garanzia Pierucci 

Tel 0733.366230-231-233-234-235-237

Shares