Categorie: HOME PAGE, news,

17 settembre 2008 - La news ha avuto 199 visite
Politiche economiche: cosa cambia con la manovra economica

Politiche economiche: cosa cambia con la manovra economica

 <p align="justify"><font size="2"><strong>INTERNAZIONALIZZAZIONE &ndash;</strong> Cancellate le leggi 394/1981 e 304/1990. Introdotte nuove misure per unificare e gestire in modo integrato le risorse destinate al sostegno dell&rsquo;internazionalizzazione delle imprese. Unificati i fondi destinati a studi di fattibilit&agrave; e prefattibilit&agrave; e ad altre azioni di penetrazione commerciale stabile sui mercati esteri.</font></p><p align="justify"><font size="2"><strong>FONDO ROTATIVO PER L&rsquo;INTERNAZIONALIZZAZIONE</strong> &ndash; Istituito un apposito fondo rotativo per favorire la fase di start-up di progetti di internazionalizzazione di aziende singole o di aggregazioni di imprese. Gli interventi del fondo hanno per oggetto investimenti transitori, e non di controllo nel capitale di rischio di societ&agrave; appositamente costituite da singole PMI o loro raggruppamenti, per realizzare progetti di internazionalizzazione.</font></p><p align="justify"><font size="2"><strong>ENERGIA &ndash;</strong> Ridefinita la strategia energetica nazionale: riavvio del nucleare, diversificazione delle fonti di energia e delle aree geografiche di approvvigionamento, miglioramento delle infrastrutture. Confermate le politiche di promozione delle fonti rinnovabili di energia e dell&rsquo;efficienza energetica. Confermata anche la verifica della sostenibilit&agrave; ambientale nella produzione e negli usi finali dell&rsquo;energia.</font></p><p align="justify"><font size="2"><strong>PRIVACY &ndash;</strong> Diminuiscono gli adempimenti (come auspicato dalla Confederazione) in materia di gestione di dati personali. In particolare, per i soggetti che trattano dati non sensibili, viene meno l&rsquo;obbligo di redazione del Documento Programmatico di Sicurezza, sostituito da una semplice autocertificazione. Rilevanti le semplificazioni anche in materia di notificazione dei trattamenti.</font></p><p align="justify"><font size="2"><strong>INSTALLAZIONE DI IMPIANTI &ndash;</strong> Grazie all&rsquo;intervento Confederale &egrave; stato sgombrato il campo dal pericolo di una deregulation del settore. Il Decreto Ministeriale 37/2008 rimane. Il nuovo testo predisposto dal Governo – raccogliendo le indicazioni avanzate dalla nostra Organizzazione – prevede la sola abrogazione dell&rsquo;articolo 13. Rinnovata la delega al Governo per una revisione complessiva della disciplina di Settore.</font></p><p align="justify"><font size="2"><strong>SERVIZI PUBBLICI LOCALI &ndash;</strong> Incomincia la graduale riforma per liberalizzare i Servizi Pubblici Locali. Introdotto il principio generale di assegnazione dei servizi tramite gara. Previste nel contempo delle deroghe laddove il mercato non riesca ad essere &ldquo;utile ed efficace a causa di peculiari caratteristiche economiche, sociali, ambientali e geomorfologiche del contesto territoriale di riferimento&rdquo;. Secondo Confartigianato l&rsquo;introduzione della deroga non &egrave; criticabile, ma a precise condizioni. Nei regolamenti di attuazione &egrave; necessario prevedere: criteri certi che impediscano che l&rsquo;eccezionalit&agrave; diventi abitudine; regole per risolvere il conflitto di interessi tra istituzioni locali che sono gestori del servizio e contemporaneamente decisori delle regole; controlli pi&ugrave; stringenti svolti da un soggetto indipendente, non solo sulle procedure di gara o sulle circostanze dell&rsquo;affidamento diretto, ma anche sulla performance contrattuale a prescindere dalla modalit&agrave; di affidamento. <br />Previsto l&rsquo;affidamento simultaneo di pi&ugrave; servizi, se questo genera economie di scale. In mancanza di criteri certi per individuare la convenienza economica, la previsione potrebbe favorire le aziende multiutilities e pregiudicare la preparazione nel mercato di fornitori in grado di servire servizi singoli in maniera efficiente.</font></p><p align="justify">&nbsp;</p><p align="justify"><font size="2">Per informazioni:</font></p><p align="justify"><a href="mailto:m.ascani@macerata.confartigianato.it"><font size="2">m.ascani@macerata.confartigianato.it</font></a><br /><font size="2">Tel. 0733.366404<br /></font></p>

 

Shares