Categorie: Eventi, Lavoro, Orafi,

4 giugno 2008 - La news ha avuto 33 visite
Oreficeria, rinnovato il contratto collettivo nazionale

Oreficeria, rinnovato il contratto collettivo nazionale

 

E’ tempo di rinnovo contrattuale per il settore dell’oreficeria: Confartigianato, insieme alle altre Organizzazioni di categoria dell’artigianato ed i Sindacati di categoria, ha siglato lo scorso 29 maggio l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro dei 25.000 dipendenti delle circa 10.000 imprese artigiane del settore.
Un ambito, quello dell’oreficeria, che conta 396 laboratori orafi nelle Marche, di cui 95 ad Ancona, 80 a Macerata, 121 ad Ascoli Piceno, 100 a Pesaro.
L’accordo prevede un aumento medio mensile a regime (riferito al livello dell’operaio qualificato) di 108 euro. Gli incrementi salariali saranno corrisposti in due tranches di pari importo, la prima a decorrere dal 1° giugno 2008  e la seconda dal 1° novembre 2008. Verrà inoltre erogata, a copertura del periodo di carenza contrattuale, una somma una tantum di 410 euro.
.
< Nei primi nove mesi dell’anno scorso– dice infine Paolo Capponi, responsabile del settore oreficeria di Confartigianato Imprese Macerata – il valore delle esportazioni italiane di oreficeria e gioielleria è cresciuto del 19% rispetto allo stesso periodo del 2006, attestandosi intorno ai 3,3 miliardi. Si tratta di dati sì confortanti, ma da considerare con la cautela imposta da fenomeni quali l’euro forte ed il notevole aumento delle quotazioni dell’oro. Rimaniamo quindi in attesa di interventi da parte del ministero che giungano a salvaguardare in particolar modo la produzione di monili di fattura artigianale, espressione della creatività delle sapienti mani dei nostri orafi e dell’unicità del made in Italy>.

Per informazioni:

p.capponi@macerata.confartigianato.it

tel. 0733.366285

UFFICIO STAMPA CONFARTIGIANATO IMPRESE MACERATA

 

Shares