Categorie: Ambiente,

4 giugno 2008 - La news ha avuto 90 visite
Albo dei gestori ambientali: via libera ai tagli dei costi per le imprese

Albo dei gestori ambientali: via libera ai tagli dei costi per le imprese

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha accolto la richiesta di Confartigianato di porre rimedio a uno “stillicidio di tasse e tributi che non migliora di nulla la tutela ambientale” e il 26 maggio ha predisposto una riduzione sostanziale di una delle componenti che contribuiscono maggiormente a rendere elevato il costo per l’iscrizione all’Albo: i diritti di segreteria. Che passano da 120 euro per le società (23 per le ditte individuali) a 10 euro.
Grazie alle pressioni di Confartigianato, con lo stesso provvedimento il Ministero dello Sviluppo Economico ha abolito anche l’incredibile tassa che le imprese sono tenute a pagare in caso di richiesta di cancellazione dell’Albo, e ha ridotto da 30 a 25 euro il costo di vidimazione dei registri dei rifiuti effettuata dalle Camere di Commercio. In quest’ultimo caso, la riduzione di soli 5 euro appare modesta, ma considerato che ogni anno vengono rinnovati circa un milione di registri, la cifra complessivamente risparmiata dalle imprese è di circa 5 milioni di euro l’anno.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che la procedura di iscrizione con i nuovi diritti entra in vigore a partire dal prossimo 1° luglio. Nessun rimborso è previsto per le imprese che hanno pagato con i diritti attuali, o per quelle che si iscriveranno entro il 30 giugno. Anche le nuove tariffe per la vidimazione dei registri dei rifiuti scatteranno solo il 1° luglio.

per informazioni:

f.mosca@macerata.confartigianato.it

tel.0733.366612

 

Shares