Categorie: news,

21 maggio 2008 - La news ha avuto 28 visite
Il Presidente Bellabarba sull' incontro tra Governo e parti sociali

Il Presidente Bellabarba sull’ incontro tra Governo e parti sociali

1211367565_governo.jpg,1211367565_governo.jpg 

“Apprezziamo sia il metodo di coinvolgere le parti sociali sia il merito dei primi interventi annunciati dal Governo. Ma ora ci aspettiamo che la concertazione trovi un ambito più reale e maggiormente tarato sulle esigenze delle rappresentanze della piccola impresa e che arrivino altri segnali che consentano al Paese di  accelerare la ripresa e di ridurre i gap rispetto all’Unione Europea”.
Questo il commento espresso dal Presidente di Confartigianato Imprese Macerata Comm. Folco Bellabarba dopo l’incontro a Palazzo Chigi tra Governo e parti sociali.
I rappresentanti del Governo hanno annunciato che al Consiglio dei Ministri di mercoledì 22 maggio l’Esecutivo porterà i provvedimenti sull’azzeramento dell’Ici sulla prima casa e sulla detassazione della parte variabile della retribuzione. L’azzeramento dell’Ici comporterà un integrale rifinanziamento dei Comuni. Il ministro dell’Economia Tremonti ha precisato che la copertura di bilancio per questi due interventi “sarà operata con la corrispondente riduzione di voci di incremento discrezionale e non particolarmente produttivo della spesa pubblica” tra l’altro con il cosiddetto decreto Milleproroghe e con la Finanziaria 2008. Tremonti ha poi spiegato che “non ci sarà un aumento della pressione fiscale ma più contrasto all’evasione, puntando soprattutto al federalismo fiscale”.
La “detassazione sperimentale della remunerazione di produttività sarà operata sui redditi dei lavoratori privati sulla base delle dichiarazioni 2007". Lo ha detto in occasione dell’incontro a Palazzo Chigi, il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, spiegando che restano “indistinti” straordinario, premi e incentivi, cioè tutte le componenti variabili del salario collegate alla maggiore produttività.
Il Presidente Bellabarba ha sottolineato che “le misure per la detassazione della retribuzione variabile incrociano le richieste più volte avanzate da Confartigianato”.
“Ci auguriamo – aggiunge Bellabarba – che il Governo onori l’impegno di attuare altre misure necessarie affinché le imprese recuperino terreno rispetto ai competitors europei e mondiali: semplificare il carico di norme e di burocrazia che costa alle aziende 15 miliardi l’anno; diminuire la pressione fiscale sulle imprese; eliminare gli sprechi della spesa pubblica”.

 

UFFICIO STAMPA CONFARTGIANATO IMPRESE MACERATA

1211367565_governo.jpg,1211367565_governo.jpg

 

Shares